Home / Cultura / Musica / Sigur Ròs – Takk… (2005)

Sigur Ròs – Takk… (2005)

Questa settimana avrei voluto raccontare di qualche altro disco. Involontariamente nel mio medioevale apparecchio di musica portatile è partito Takk… degli islandesi Sigur Ròs. Forse non è propriamente il loro capolavoro, anzi, molti lo considerano il loro album peggiore, ma a me piace. Moltissimo.
Takk… (alla fine dell’articolo rivelerò il significato della parola) è composto da undici canzoni, tutte recanti un titolo e, in diversi episodi, un testo in islandese. Caratteristiche insolite per la band di Jonsi & Co.
A parte Hoppípolla (che credo significhi qualcosa come “saltare nelle pozzanghere”) di cui vi consiglio il videoclip, ignoro totalmente il significato ed il significante delle altre. Sinceramente non mi interessa saperlo. Caratteristica insolita per me.
Quello che di questo disco mi rapisce, ogni volta che lo ascolto, è la stupenda cascata di suoni, di cigolii che si trasformano in calde eruzioni di geyser, crescendo, vapori, vocalizzi, uragani di emozioni, iceberg che si sciolgono e rovinano fragorosamente mare del nord, muschio, campanelli, carillon, roccia, archi, nebbia, acqua, aria, terra, grancassa, fuoco.
I Sigur Ròs sono questi. Suoni, visioni, atmosfere.
Il disco è sicuramente più accessibile dei precedenti. Si tratta, non a caso, del primo album inciso dalla band per una major, la EMI. Ma non per questo le melodie, le orchestrazioni, il fragore delle chitarre noise di Kjarri, il possente basso di Goggi e la voce femminea di Jonsi, ne escono indeboliti.
Takk… è un disco che fa bene allo spirito. Eleva i sentimenti. Carica di buoni propositi. Ti permette di affrontare giornate di claustrofobica e urbana depressione pensando che, da qualche parte del nord Europa, esistano ancora spazi immensi, treni vuoti che percorrono distese incolte, mari profondi ed incontaminati.
Comprate questo disco. Regalatelo. Diffondetelo. Renderete il mondo migliore.
Takk… (grazie).

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su White Riot

White Riot

2 Commenti

  1. Il Satanico

    Bellissimo articolo e un grazie gigante per quante cose mi stai facendo scoprire…sai che la canzone che hai inserito l’avevo scelta per un promo…grazie ancora sign. Preside della Rock and Roll Hall of Fame… 😉

  2. White Riot

    Ma grazie a te…anzi Takk!

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*