Home / Eventi / Parole, musica e colori – il 5 Settembre a San Giovanni Incarico

Parole, musica e colori – il 5 Settembre a San Giovanni Incarico

Il 5 settembre dalle ore 18:30 si terrà a San Giovanni Incarico, in Piazza Falcone-Borsellino, l’evento estivo dell’Associazione Culturale L’Indifferenziato: Parole, Musica e Colori.  Cos’è Parole, Musica e Colori? E’ una festa della cultura, è un evento importante nel percorso di crescita che stiamo percorrendo, è un momento di sintesi che riassume l’obiettivo principale de L’Indifferenziato: promuovere la cultura nelle sue varie forme.

Lgiulio-cavallie parole che ci faranno riflettere saranno quelle di Giulio Cavalli, già ospite dell’Intervista de L’Indifferenziato nel agosto scorso.  Giulio Cavalli è un attore teatrale, è uno scrittore, è un giornalista. E’ un uomo di cultura a 360 gradi, un “giullare” che con le sue capacità si fa beffe dei mafiosi e ci ricorda, ancora una volta, quanto può essere potente una risata contro il potere. È un italiano con la schiena dritta che si è stufato di vivere in un paese in cui le madonne si inchinano ai boss, in cui i mafiosi vengono osannati e la politica è succube e complice di questo sistema. Per questo mette timore alla malavita pronunciando, durante i suoi spettacoli, i Nomi e i Cognomi dell’infami, ed è per questo che la Ndrangheta lo costringe a vivere sotto scorta. Nell’incontro del 5 settembre, verrà presentato L’Innocenza di Giulio, un libro che in maniera semplice e chiara ci ricorda la vicenda giudiziaria di Giulio Andreotti. Un argomento scomodo, specie nella nostra Ciociaria, ma essenziale per farci guardare in faccia la realtà: il Divo Giulio non è stato assolto per mafia.

L’Andreottismo come sistema è più vivo che mai, ed è questo che le nuove generazioni devono combatterlo politicamente: è possibile, infatti, occuparsi della cosa pubblica rispettando le regole, la giustizia e la Costituzione. Non si può tollerare un’azione politica costituita da piccoli sistemi personali e clientelistici basati essenzialmente sul mancato rispetto delle leggi e in particolare sul voto di scambio. Molte volte le persone anziane sono solite ripetere “Prima mangiavano loro, ma facevano mangiare anche a noi”: questo concetto è la causa attuale di molti dei nostri problemi: dal debito pubblico, alla sanità al collasso, passando anche per problematiche ambientali. Esempio eclatante sul nostro territorio è l’inquinamento della Valle del Sacco, causato  praticamente da uno sviluppo industriale effettuato senza alcuna considerazione d’impatto ambientale sul fiume e sulla sua valle.  Una politica che non ha mai guardato all’interesse e allo sviluppo della comunità, ma che ha sempre avuto come punto fermo la creazione di piccoli o grandi sistemi di potere clientelistici. Il tutto si è sempre ridotto in un Do ut Des avvilente e vergognoso.

Le parole, saranno anche quelle del mercatino dei libri organizzato da “La Luna degli Artisti”. La sensibilizzazione all’utilizzo dei libri, è la priorità culturale che l’Indifferenziato ha intenzione di portare avanti nel suo futuro prossimo.

Acoustic quartetLa musica, invece, sarà quella del gruppo 29, 90 acoustic quartet, sicuramente una delle migliori band della Ciociaria. Il gruppo è così composto: Carlo Nalli (Carlo Nà per gli amici), alla voce, all’armonica, alle percussioni e al flauto, e dai chitarristi: Fabrizio Corsetti, Emiliano Fierimonte e Bruno Sorge. Già dal nome e dagli strumenti, potete ben capire che si tratta di un gruppo acustico, un progetto a dir poco particolare e suggestivo. Grandi successi del passato e del presente, reinterpretati in una chiave del tutto originale e con uno stile unico, da “Somebody to Love” dei Jefferson Airplane a “Come Togheter” dei Beatles, da “Hotel California” degli Eagles fino a “Che coss’è l’amor” di Vinicio Capossella .

I colori saranno quelli dei quadri e delle opere esposte da alcuni artisti locali e quelli delle vele. Dopo la sperimentazione tra A vela liberaamici dell’estate scorsa, torna a “Vela Libera” una serata di pittura libera su tela. Tutti i presenti potranno disegnare e dipingere liberamente sulle tele appositamente preparate dallo staff della manifestazione. Inoltre, sarà, predisposta una tela speciale per i bambini. Ognuno potrà dare spazio alla propria fantasia ed immaginazione.

Una manifestazione che in sintesi racchiude chi siamo e quello in cui crediamo. Il 5 settembre vi aspettiamo tutti in Piazza Falcone e Borsellino, per passare una serata in compagnia della cultura e dell’impegno civile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Umberto Zimarri

Umberto Zimarri
..Io, giullare da niente, ma indignato, anch'io qui canto con parola sfinita, con un ruggito che diventa belato, ma a te dedico queste parole da poco che sottendono solo un vizio antico sperando però che tu non le prenda come un gioco, tu, ipocrita uditore, mio simile... mio amico...

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*