Home / Cultura / Musica / Le canzoni più belle... / Radiohead, le 10 canzoni più belle

Radiohead, le 10 canzoni più belle

Le dieci canzoni più belle dei RADIOHEAD, secondo la redazione de “L’indifferenziato”.

Dopo la classifica dei brani più belli e significativi dei Pearl Jam, arriva il momento del gruppo più importante e maestoso dei nostri tempi, i Radiohead. Il loro sound molto particolare, non può che far piacere ai veri appassionati di musica. Album come “Ok Computer”, ” Kid A” e “Amnesiac” non possono mancare nella collezione musicale di chiunque, fino ad arrivare all’ultimo lavoro di qualche mese fa, “The King Of Limbs”.

Non nego la difficoltà, di chi vi scrive, a scegliere tra un parco canzoni di tale livello, ma con capolavori del genere è quasi impossibile creare una gerarchia. L’impresa è ardua e sicuramente non rispecchierà i gusti di tutti, ma questa è una «top ten». Le dieci canzoni, dall’ultima alla prima. Buon ascolto!

 

10. Jingsaw Falling Into Place (In Rainbows, 2007)

 

9. 2+2=5 (Hail to the Thief, 2003)

 

8. Pyramid Song ( Amnesiac, 2001)

 

7. Let Down (Ok Computer, 1997)

 

6. Fake Plastic Trees (The Bends, 1995)

 

5. Everything in Its Right Place (Kid A, 2000)

 

4. Idioteque (Kid A, 2000)

 

3. Paranoid Android (Ok Computer, 1997)

 

2. Creep (Pablo Honey, 1993)

 

1. Karma Police (Ok Computer, 1997)

 

Ci sono molte assenze, su tutte: “Exit Music”, “No Surprises”, “Lucky”, “High & Dry”, “Just”, “Street Spirit”, “Knives Out”, “There there”, “House of Cards” e le ultime “Lotus Flower” e “Codex”.

Alla prossima settimana per una nuova classifica.

 

 

 

 

Radiohead, le 10 canzoni più belle
4 (80%) 3 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

8 Commenti

  1. White Riot

    Difficile, quasi impossibile, fare una top ten di questi mostri sacri di Oxford…però “No Surprises”…è da top five…

  2. E Just, come mai non è in classifica?

  3. Veramente interessante questa sezione del sito…Permette a chi come me non è particolarmente informato su tale genere musicale di venire a conoscenza di alcune “perle” della musica…
    Creep è fantastica…

  4. @Withe Riot
    perché “Sit down. Stand up.” non era da top 5.

  5. anche NUDE e HOW TO DISAPPEAR completely secondo me sono fra le più belle…

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*