Home / Cultura / Cinema / Film della settimana / “Paradiso Amaro”, il film della settimana

“Paradiso Amaro”, il film della settimana

“Una famiglia è proprio come un arcipelago, sono parte di un tutt’uno, benché separate e sole e sempre alla deriva, lentamente si allontanano…”.

Il nuovo lavoro di Alexander Payne, “Paradiso Amaro” (The Descendants), è il film della settimana su L’Indifferenziato.

Le altre uscite del weekend. Il thriller – drammatico “…E ora parliamo di Kevin” (We need To Talk about Kevin) di Lynne Ramsay, il thriller – horror “ATM – Trappola mortale” di David Brooks, il thriller – fantascienza “In Time” di Andrew Niccol, la commedia “Jack e Jill” di Dennis Dugan e il drammatico “War Horse” di Steven Spielberg, candidato a sei premi Oscar.

“Paradiso Amaro” è un film basato sul romanzo “Eredi di un mondo sbagliato” di Kaui Hart Hemmings e segna il ritorno alla regia di Payne, dopo il successo di “Sideways – In Viaggio con Jack” del 2004. Fanno parte del cast, George Clooney, Shailene Woodley, Beau Bridges, Robert Forster, Judy Greer e Matthew Lillard. Il film, oltre ad essersi aggiudicato due Golden Globe per il miglior film drammatico e per il miglior attore in un film drammatico (George Clooney), è candidato agli Oscar 2012 con 5 nominations.

La trama. Matt King (George Clooney), marito indifferente e padre di due bambine, più che alla famiglia si è sempre dedicato alla sua carriera di avvocato e alla cura degli interessi economici derivanti dalla moltitudine di proprietà terriere alle Hawaii. Dopo che un incidente in barca nei pressi di Waikiki riduce la moglie in coma irreversibile, Matt scopre che la donna per anni ha condotto una doppia vita, tenendo in piedi una relazione con Brian, un venditore di immobili, residente nell’isola di Kauai. Intenzionato a conoscere il rivale, Matt decide di mettersi in viaggio insieme alle due figlie per recarsi dall’altro lato dell’arcipelago. Grazie al viaggio, l’avvocato rivaluterà tutto il passato rivoluzionando l’ordine delle sue priorità.

Payne, come ci ha abituato anche nelle precedenti pellicole, riesce a costruire le proprie storie e vicende su persone comuni, che dall’estrema difficoltà perdono le loro certezze, ma cercando di trovare un nuovo equilibrio e in “Paradiso amaro” è tutto condito da ironia, da sarcasmo e da situazioni assurde. Magistrale la prova di George Clooney, in questo ruolo drammatico. La forza del film è proprio da ricercare nella prova dei personaggi nella loro umanità, che fanno immedesimare ognuno di noi.

Non resta che andare al cinema. Ecco il trailer.

Buona visione!

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*