Home / Cultura / Musica / Un’estate con “The Beat Brothers Orchestra”.

Un’estate con “The Beat Brothers Orchestra”.

Estate ricca di appuntamenti con la “The Beat Brothers Orchestra”, una delle maggiori realtà musicali della zona, di San Giovanni Incarico e non solo, come non ricordare l’esibizione a Roma, oppure la più recente sul palco del “Montecitorio Rock Festival 2011” a Ceprano.

La band, nata nel 2008 da un’idea e progetto del chitarrista Danilo Piovani, presenta al proprio interno musicisti di un certo calibro e spessore, con esperienze musicali molto diverse tra loro: Danilo Petrozzi (ormai ribattezzato Danilo Palma) alla voce, il già citato Danilo Piovani alla chitarra, il più amato dal pubblico, Claudio Cedrone al basso, il giovane Francesco Viselli alla batteria, il romano Matteo Colasanti al piano e testiere fino ad arrivare all’immenso Simone Casinelli al Sax e all’ultimo entrato, Stefano Tucci al trombone.

Insomma una sorta di “supergruppo”, dove tutto va a combaciare come in un puzzle, e di come queste tessere siano capaci di inserire in questo disegno, le proprie esperienze e influenze musicali: dallo ska al reggae, dal jazz allo swing, dal rock alla musica classica, tutto reinterpretato in una chiave “rocksteady”.

 

(Nella foto da destra, Danilo Piovani, Stefano Tucci e Simone Casinelli)

Nel loro repertorio, dove l’importanza di “Giuliano Palma & the Bluebeaters” è molto evidente, ci sono grandi successi della storia della musica italiana, quali “Nel blu dipinto di blu”, “Per una lira”, “Messico e nuvole “, “Vagabondo”, fino all’intramontabile “Tutta mia la città”.

I loro live riescono a coinvolgere il pubblico di qualsiasi età e qualsiasi credo musicale, rimandando alla mente quelle atmosfere e quelle sonorità prettamente dello stile degli anni ’50 e ’60, senza però scadere in un revival di bassa lega, miscelando suoni e parole in uno stile del tutto originale, un mix di rocksteady-swing-soul.

Il seguito c’è, ora attendiamo impazientemente il passo successivo: le composizioni originali. Il talento e i mezzi ci sono, senza tralasciare il seguito degli affezionati supporters.

Noi de “L’indifferenziato” vi terremo aggiornati su gli eventi e tutto quello che riguarda il mondo della “The Beat Brothers Orchestra”.

Ecco la scaletta di un loro live:

1. Shot in the dark

2. Tutta mia la città

3. Out of time

4. Kingston town

5. Vagabondo

6. Believe

7. Just a gigolo

8. Whisky facile

9. Nel blu dipinto di blu

10. L’appuntamento

11. Nimrod

12. Per una lira

13. Sunny

14. Che cosa c’è

15. Never never never

16. Messico e Nuvole

17. Don’t bring me now

18. Il cuore è uno zingaro

19. Tesardo io (la mia solitudine)

20. Come le viole

21. Impazzivo per te

22. Pensiero d’amore

23. Black is black

24. Tutto il calcio minuto per minuto

25. Scende la pioggia

26. Settembre

27. Tequilla

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

un Commento

  1. Alessandro Volta

    Ottimo gruppo….

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*