Home / San Giovanni Incarico / Il liceo Scientifico a San Giovanni Incarico?

Il liceo Scientifico a San Giovanni Incarico?

Chiesta una sezione staccata del Liceo Scientifico. Vi riportiamo una lettera giunta nella nostra redazione dall’amministrazione comunale.

Ai Signori Direttori

degli Organi di informazione

Il Liceo Scientifico a San Giovanni Incarico. E’ quanto ha chiesto il Sindaco Antonio Salvati al Presidente della Provincia Antonello Iannarilli, e all’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione Gianluca Quadrini. “Auspichiamo che la richiesta venga accolta – a parlare è il Sindaco Salvati – poiché avere qui una sezione staccata del Liceo, significherebbe mettere a disposizione dei ragazzi un prestigioso istituto di istruzione superiore, facilmente raggiungibile poiché a due passi da casa; e in più, per noi Amministratori, significherebbe aver aggiunto un altro tassello, al puzzle di politica amministrativa che stiamo portando avanti per favorire la crescita ed il progresso del nostro paese”.

Firmatario dell’istanza, insieme al primo cittadino sangiovannese,  l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Fernando Fallone, che da anni segue con particolare attenzione il mondo della scuola a San Giovanni Incarico, curandone esigenze e problematiche. Contenuto della missiva, è la richiesta di autorizzazione all’apertura di una sezione staccata del Liceo Scientifico, da ubicare all’interno dell’edificio scolastico “Pasquale Cayro”. Si tratta di una struttura che il Comune di San Giovanni Incarico mette gratuitamente a disposizione, comprendendo anche le eventuali spese di funzionamento. La sede, composta di oltre dodici aule, è stata completamente  ristrutturata, e presenta tutti i requisiti a norma di legge.

 “La scuola è fonte principale di progresso – ha tenuto ad evidenziare Antonio Salvati – ed è per questo che cerchiamo di favorire nel miglior modo possibile, la fruizione della pubblica istruzione da parte delle giovani generazioni, ed è per la stessa ragione che chiediamo la partecipazione delle scuole a tutte le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale. Ci tengo, a questo proposito, ad esprimere il mio personale ringraziamento ai dirigenti, agli insegnanti, e a tutto il personale delle scuole, per la risposta sempre positiva, e l’impegno che profondono sempre, affinchè la popolazione studentesca si inserisca e si integri nel tessuto sociale sangiovannese. Per concludere, il mio plauso va agli studenti delle scuole elementari e medie che si mostrano sempre attenti e partecipativi in ognuna delle manifestazioni cui hanno partecipato”.  

Grazie, Antonio Salvati, Sindaco di San Giovanni Incarico

Cosa ne pensate? Dite la vostra.

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Lindifferenziato

Lindifferenziato

15 Commenti

  1. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    La domanda spontanea è: Perchè proprio un liceo scientifico e non un tecnico commerciale o un tecnico industriale.
    Comunque sia,se la struttura è idonea perchè no?

    A sii…ecco perchè no…ecco perchè mi pareva una idea alquanto bizzarra…Forse perchè la popolazione non è sufficiente per poterne aprire uno?
    Bè forse potremmo accogliere studenti da pico pastena arce e ceprano.Così anche loro accorcerebbero di 7Km il viaggio fino ai licei già esistenti…(???)

    Immagino già un botta e risposta in un colloquio di lavoro:

    ‘Buongiorno baldo giovane.Allora,cominciamo,mi parli di lei.Dove si è diplomato?’
    ‘A San Giovanni Incarico!’
    ‘Aaa…’

    Bella idea elettorale.Questa le supera davvero tutte.
    I record sono fatti per essere polverizzati.
    Missione compiuta.

  2. Bella pensata! Così diventa “l’università Sangiovannese”.. come Ripi negli anni ottanta.., quando tanti ragazzi andavano alla cosidetta “università” di Ripi, frequentando i vari istituti professionali.. ah ah ah ah ah ah ha… , mi fanno proprio ridere sti amministratori nostrani.., e poi chi ci mettiamo come insegnante la moglie dell’assessore…

  3. piano piano il sindaco fara’ credere a tutti che nascera’ anche la citta’ universitaria, ma come si fa.
    Sono venti anni che prende in giro la ciittadinanza ancora ci crediamo.
    booooooo……ma crede veramente che i sangiovannesi sono ancora cosi cretini da credere che a san giovanni si possa aprire un liceo…ma se abiamo Pontecorco a 10 Km Ma la sa questo……Ma che verrebbe ad un Liceo a San giovanni….oltre 3 4 ragazzi l’anno…ma secondo lui da Ceprano o Pico vengono da Noi….ma siamo così idiotidacrederci….SINDACO LA PREGO NON PRENDA IN GIRO I SANGIOVANNESI….

  4. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    Ma una bella sede distaccata del Vaticano sulla Madonna della Guardia?
    Dai facciamo il progetto per il nuovo cupolone!

  5. Antonio Salvati

    Cari Amici e Concittadini, vi ringrazio per i vostri interventi ed anche per le critiche, comunque stimolanti. Presterò massima attenzione ad esse e, comunque, le rispetto, ma alcune, con la sincerità con cui cerco sempre di agire, non le condivido, perché frutto di una insufficiente conoscenza dell’iter che abbiamo gia’ posto in essere, e che porterà certamente il nostro paese ad avere una prima sezione di Liceo Scientifico. In un prossimo intervento sul questo sito vi spiegherò in modo approfondito il citato iter istruttorio. Grazie e buona Domenica. Antonio Salvati.

    • Christian Lombardi
      Christian Lombardi

      Ha ragione sul fatto che molte cose non le conosciamo, ma devo dire che tutti saremmo cuoriosi di saperle. In effetti, non ce ne voglia, ma questa notizia, a un mese o poco più dalla campagna eletterolale, sa molto di propopaganda del tipo “Costruiremo il ponte sullo stretto” oppure “aboliremo l’ICI”. Poi se davvero come fu per l’ICI, la promessa verrà mantenuta ben venga, rimpiangerò il fatto di essere nato con una decina di anni di anticipo. Comunque una domanda mi porge spontanea. Premetto, io ho frequentato il liceo scientifico di Frosinone “F.Severi” e non conosco assolutissimamente la situazione del liceo scientifico Michelangelo di Pontecorvo. Il liceo Scientifico come ben saprà e come dice il nome, tratta principalmente di materie scientifiche, quali ad esempio chimica e fisica, le quali oltre che con un’applicazione teorica vengono meglio apprese con applicazioni o lezioni pratiche in laboratorio. Il liceo “Severi” di Frosinone era fornito di un discreto laboratorio di Chimica e Fisica, in cui spesso si andava a fare lezione, pensa che anche quest’eventuale sezione distaccata a San Giovanni Incarico possa beneficiare di simili strumenti didattici, se non superiori, almeno simili a quelli della sezione principale di Pontecorvo? Davvero verrebbero stanziati tali fondi per quelle che saranno al massimo 5 classi? Nel caso in cui non venissero stanziati, non pensa che un’eventuale sezione a San Giovanni Incarico possa essere penalizzata dal punto di vista didattico? Inoltre, dovrebbero venire ampiati i mezzi di trasporto pubblici visto che attualmente non ci sono mezzi Cotral che passano a San Giovanni Incarico attorno alle 8, orario in cui gli studenti presumibilmente dovrebbero recarsi a scuola. Questo sempre tenendo per scontato che i locali adibiti a queste classi siano quelli dell’istituto scolastico “Salvo D’Acquisto” per poter usufruire della palestra.

      Grazie per un’eventuale risposta, in fondo questo è l’obiettivo de “L’Indifferenziato”, divulgare, informare e soprattutto confrontare le idee.

  6. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    Io oggi più che l’iter aspetto l’Inter…
    Comunque scherzi a parte,se ci sono davvero le possibilità e le condizioni giuste,come già detto,perché no?
    Aspettiamo informazioni dettagliate.

  7. Ma nessuno calcola il liceo scientifico di Ceccano??Purtroppo non sapete che moltissimi ragazzi dei nostri paesi limitrofi e di San Giovanni vorrebbero frequentare il liceo di Ceccano ma a causa dello scomodo collegamento sono costretti ad andare a Frosinone o Pontecorvo. Ma non capite quanti vantaggi potrebbe portare questa cosa??non è difficile capirlo, basta far funzionare il cervello.

  8. Christian Lombardi
    Christian Lombardi

    Vantaggi? più che vantaggi comodità, quelle senza dubbio. Ciò che mi fa nascere qualche perplessità è che allo stato attuale, con la ristrettezza di fondi che ci attanaglia credo che difficilmente ne saranno versati per un servizio che in fin dei conti riguarda pochi, pochissimi cittadini. Poi, ripeto, se dovesse davvero nascere questa cosa, ben venga.

  9. a pensarci bene è assolutamente legittimo proporre un programma elettorale ambizioso, soprattutto, perchè non si è vincolati per legge a seguirlo, quindi ben venga la sede distaccata (da dove???) del liceo scientifico ma anche, perchè no, una succursale della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts in stile Harry Potter!
    estratto della vostra intervista a Salvati:

    “E per quanto riguarda invece l’edificio di via Matrice?
    L’edificio fu iniziato sotto la mia Amministrazione. Ero intenzionato a fare una specie di college con intorno un bel giardino in cui si potessero svolgere anche attività ginniche, in mezzo al verde e alla natura. La costruzione venne iniziata a seguito di un finanziamento concesso dalla Regione Lazio e in più avevamo previsto di completare i lavori stipulando un mutuo con la Cassa depositi e prestiti.”

    ehhh purtroppo nessun college.. sales..
    a questo punto spero soltanto che, durante il prossimo plenilunio in preda all’ennesimo delirio di onnipotenza, all’attuale Primo Cittadino non venga in mente la possibilità di seguire l’esempio del Principato di Filettino solo per il piacere di onorare, con l’ambita carica di Principe reggente a tempo determinato, il proprio mentore nonchè grande avvocato di fiducia, sulle orme di Carlo Taormina!

  10. Cmq l’idea era piombata su ceprano circa un mese e mezzo fa, poi Ceprano l’ha fatta spostare a San Giovanni. Quindi non è affatto un modo per “acchiappare” più voti.

    • veramente già circa 15 anni fa si parlò di una possibile sede distaccata del liceo scientifico di frosinone nella città di Argil…ma a quanto pare non se ne fece più nulla.. oggi chissà?!
      per adesso attendo con trepidazione le delucidazioni sull’iter istruttorio.

  11. Antonio Salvati

    L’ex scuola elementare di via Pascquale Cayro è stata totalmente ristrutturata e messa a norma, con fondi ottenuti dalla Regione sulla base di un nostro Progetto efficace e valido, che è risultato uno dei primi in graduatoria e, quindi, finanziato. E’ importante sottolineare che tale finanziamento è a totale carico della Regione. Credo inoltre che un Cittadino non possa non essere felice ed orgoglioso di avere un Liceo Scientifico nel proprio Comune, espressione di crescita culturale e di sviluppo del territorio. La risposta positiva all’istituzione del Liceo che è arrivata stamattina dal Presidente della Provincia Iannarilli e dall’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione Quadrini, testimonia la validità e fattibilità della nostra iniziativa. Espressamente la Provincia ci invita a proseguire l’iter istruttorio, ossia deliberare la nostra richiesta in Consiglio comunale a S.G.I. e poi trasmettere formalmente tale Delibera alla Provincia, la quale, a sua volta, accetterà con Atto deliberativo prima della Giunta e, poi, del Consiglio provinciale, la nostra proposta. Quindi, con tali Deliberazioni provinciali, si formalizzerà l’istituzione della Sezione di Liceo Scientifico in S.G.I. nel prossimo Piano provinciale scolastico, a valere dall’anno 2013. Sono convinto, avendone contezza amministrativa, che l’iter sarà certamente positivo, ma, di certo, se non l’avessimo posto in essere, non avremmo avuto nemmeno la speranza. Mi viene in mente la bellissima frase dedicata ai giovani, nel famoso discorso di Stanford, da Steve Jobs: “dovete avere fiducia che, nel futuro, i puntini che ora vi paiono senza senso possano in qualche modo unirsi”. Nel nostro caso, ossia l’istituzione del Liceo, è tutto molto più fondato e realistico, ma anche se fossero stati solo “puntini” valeva la pena provarci.

  12. Il Satanico

    Bel progetto, interessanti le delucidazioni e ancor più l’ambizione…san giovanni purtroppo è una palude di sabbie mobili sia per le idee, che per le aspirazioni, anche per quelle più meritevoli…amiamo così tanto il nostro paese da poterlo immaginare come il centro del mondo, con tanto di scuole, Licei, piscine, palestre, cinema, teatri, oasi, ristoranti, centro commerciale e addirittura un pò di mare, e a dir la verità siamo un pò deboli sotto questo punto di vista perchè ci lasciamo trascinare facilmente da questi dolci pensieri…secondo me al di là delle perplessità sulla fattibilità o meno del progetto, sia fondamentale per la formazione di un ragazzo, andare a scuola fuori le nostre mura, ai fini di una maggiore responsabilizzazione e di una probabile apertura mentale, maggiore di quanto non possa esserlo vivendo tra il bar e le scommesse…bisogna aizzare gli animi con cotante ambizioni affinchè si possa costruire un futuro migliore e bisognerebbe costringere persone di cotanta disponibilità e apertura mentale (in questo caso faccio riferimento al nostro Sindaco, che si è sempre mostrato interessato a nuove iniziative) a realizzare progetti seri, con un pò di presunzione e iniziativa personale…l’unico modo per incastrarli è inchiodarli con le idee!!quindi il mio consiglio è:scatenate la fantasia, proponete progetti sulla scia delle promesse elettorali, come ad esempio la trasformazione del vecchio mattatoio in un centro ricreativo, dove si potranno mettere a disposizioni i mezzi per la realizzazione di progetti per la comunità, scambi culturali, ripetizioni scolastiche, doposcuola, corsi di teatro, corsi professionali e riconosciuti dallo Stato in artigianato, puntare a prendere qualche certificazioni nel bioalimentare. Nel momento in cui le “famose promesse” non verranno mantenute, saprete che neanche i vostri sogni si realizzeranno, e allora a quel punto, la delusione si trasformerà in rinascita…
    Ps: per i progetti non sono necessari per forza dei fondi economici, lindifferenziato.com ne è la prova…

  13. Matteo

    sarei curioso di conoscere qualche novità su tale progetto…..quando avevo letto questo articolo mi ero fatto una bella risata ma siccome non ero a conoscenza dell’ iter istruttorio non mi sembrava il caso commentare e ho pensato di aspettare un po di tempo per vedere come si poteva evolvere la vicenda…….se qualcuno che ne è a conoscenza può spiegarmi a che punto siamo lo ringrazio in anticipo perché dai commenti mi pareva di capire che era una cosa già avviata…..

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*