Home / Cultura / Musica / Le canzoni più belle... / “Air”, le dieci canzoni più belle

“Air”, le dieci canzoni più belle

Air bandTempo di bilanci per il duo elettronico francese, gli Air, ovvero Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel con la raccolta “Twentyears”, con loro i venti anni di attività passando dalla pietra miliare che risponde al nome di “Moon Safari”, alla soundtrack de “Il Giardino delle Vergini Suicide” fino all’ambient “Music for Museum”.
I lavori degli Air non possono essere racchiusi in un semplicistico genere, quale l’elettronica, ma anche downtempo e pop psichedelico, oltre alle sperimentazioni trip-hop, nu jazz e musica ambient. Tra le influenze più importanti troviamo Philip Glass, Etienne de Crécy, Kraftwerk e Tangerine Dream.

Le loro canzoni sono piene di un senso inquietante della malinconia, spesso immaginario, e di sottili riferimenti poetici e sognanti alla new wave degli anni ’80.

Air - Moon Safari

Moon Safari

Air - Talkie

Talkie Walkie

air - Pocket

Pocket Symphony

 

 

 

 

 

 

 

Ecco le dieci canzoni degli “Air” secondo la redazione de L’Indifferenziato. Buon ascolto.

10. “All I Need” (Moon Safari, 1998)

9. “How does it make you feel” (10 000 Hz Legend, 2001)

8. “Run” (Talkie Walkie, 2004)

7. “Once Upon A Time” (Pocket Symphony, 2007)

6. “Kelly Watch The Stars” (Moon Safari, 1998)

5. “La Femme D’Argent” (Moon Safari, 1998)

4. “Alone in Kyoto” (Talkie Walkie, 2004)

3. “Cherry Blossom Girl” (Talkie Walkie, 2004)

2. “Playground Love” (The Virgin Suicides, 2000)

1. “Sexy Boy” (Moon Safari, 1998)

“Air”, le dieci canzoni più belle
5 (100%) 2 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*