Home / Cultura / Cinema / Ciak… si gira! “The best of” Toni Servillo

Ciak… si gira! “The best of” Toni Servillo

 Nulla da eccepire: il miglior attore italiano è Toni Servillo, punto. Sembrerebbe la solita frase di un utente di Youtube, ma la realtà è proprio questa. Formatosi come attore e regista teatrale, si avvicina al mondo del cinema grazie al regista Mario Martone. Altro connubio molto importante, per l’attore nato ad Afragola, è con il napoletano Paolo Sorrentino. Recita alla sua corte ne  “L’Uomo in Più”, ne “Le conseguenze dell’amore” e ne “Il Divo”, mentre uscirà nel 2013 “La grande bellezza”. 

Ha vinto tre David di Donatello come miglior attore protagonista per “Le conseguenze dell’amore” nel 2005, “La ragazza del lago” di Andrea Molaioli nel 2008 e per “Il Divo” nel 2009. Nel 2008 vince anche il premio EFA (Oscar europeo) come migliore attore per i pluripremiati (al festival di Cannes) “Gomorra” di Matteo Garrone e “Il Divo”.

Alla  69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia saranno ben due i film in concorso con protagonista Servillo. “La bella addormentata” di Marco Bellocchio, film che ha creato molte polemiche visto il tema trattato, sullo sfondo dell’ultima settimana di vita di Eluana Englaro, e “E’ stato il figlio” di Daniele Ciprì, un film che racconta con toni tragicomici la miseria della ricchezza.

Personaggi interpreti meravigliosamente dal più grande attore italiano contemporaneo, camaleontico nelle proprie interpretazioni, capace di svariare da Giuseppe Mazzini a Giulio Andreotti, fino ad arrivare al freddo calcolatore di Titta Di Girolamo.

Ecco una Top Ten delle sue migliori interpretazioni. Buona visione.

10) Amerigo in “Luna rossa”, regia di Antonio Capuano – 2001

9) Giuseppe Mazzini in “Noi credevamo”, regia di Mario Martone – 2010

8) Gorbaciof in “Gorbaciof – Il cassiere col vizio del gioco”, regia di Stefano Incerti – 2010

7) Commissario Sanzio in “La ragazza del lago”, regia di Andrea Molaioli – 2007

6) Rosario Russo in “Una vita tranquilla”, regia di Claudio Cupellini – 2010

5) Franco in “Gomorra”, regia di Matteo Garrone – 2008

4) Tony Pisapia in “L’uomo in più”, regia di Paolo Sorrentino – 2001

3) Giulio Andreotti in “Il divo”, regia di Paolo Sorrentino – 2008

2) Ernesto Botta in “Il gioiellino”, regia di Andrea Molaioli – 2011

1) Titta Di Girolamo in “Le conseguenze dell’amore”, regia di Paolo Sorrentino – 2004

 

Ciak… si gira! “The best of” Toni Servillo
5 (100%) 3 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

3 Commenti

  1. Mauro Stracqualursi
    Mauro Stracqualursi

    Beh, sarebbe da aggiornare la top con “Viva la libertà” e soprattutto con “La grande bellezza”… Mostruoso!

    • mbè..tutto vero, tutto bello, ma io dico che:
      se fai fatica a seguire un film fino alla fine,
      se durante il film ti chiedi “ma cosa avrà voluto dire”,
      se dopo averlo visto in tv ti viene da pensare: ho risparmiato il biglietto di ingresso
      se alla fine pensi non gli darò una seconda chance: non lo rivedrò
      qualcosa tutto ciò dovrà pur significare!
      Se non si è capito,non mi è piaciuto!

      • Mauro Stracqualursi
        Mauro Stracqualursi

        Personalmente “La Grande Bellezza” mi ha dato emozioni diametralmente opposte. L’ho visto al cinema, diciamo “a botta sicura”. 🙂
        Comunque qui si sottolineava ancora una volta la bravura del miglior attore, attualmente per me, del cinema italiano: Toni Servillo.

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*