Home / Cultura / Cinema / La satira di Kubrick è una bomba…’H’

La satira di Kubrick è una bomba…’H’

Il regista Stanley Kubrick

 

 

 

 

 

 

Stanley Kubrick è stato uno tra i cineasti migliori di tutti i tempi, le sue famose pellicole possono essere considerate delle pietre miliari nel panorama del ‘grande schermo’.

La sua filmografia non è ampissima, ma sicuramente di prim’ordine in fatto di qualità e contenuti.

Artista a 360 gradi : regista, fotografo, scenografo, sceneggiatore, produttore, direttore della fotografia, montatore, creatore di effetti speciali. Insomma un artista che è stato capace di fare qualsiasi cosa quando aveva nei paraggi una macchina da presa, i suoi lavori ne dimostrano le invidiabili doti.

Nasce a New York il 26/07/1928 e ci lascia il 07/03/1999 spegnendosi a causa di un infarto durante il sonno, la morte che tutti vorremmo avere. Anche in questo è stato un grande.

Ecco i suoi maggiori successi, alcuni ispirati da romanzi  : Spartacus, Lolita, Arancia meccanica, Shining, Nato per uccidere, Barry Lyndon, Paura e desiderio, Rapina a mano armata, Il dottor Stranamore, 2001 : Odissea nello spazio, Full Metal Jacket.

Vincitore del Leone d’oro alla carriera al festival del cinema di Venezia nel 1997, ha saputo affrontare tutti i generi cinematografici, dal thriller al dramma psicologico, passando per la satira politica con il Dottor Stanamore  prodotto nel 1964 su cui mi soffermo :

Nel periodo più ‘caldo’ della guerra fredda le maggiori potenze mondiali, Stati Uniti e Unione Sovietica, si sfidano nella dispendiosa corsa allo sviluppo di tecnologie che permettano di primeggiare sul mondo terrestre ed extraterrestre. In particolar modo la trama del film si svolge attorno al tema della supremazia sul pianeta Terra, dove incombe il rischio e si vive nel costante timore di una guerra nucleare.

Il generale Ripper

 

 

 

Il generale Ripper, che è al comando di una base aerea americana, trasmette di sua iniziativa ai suoi bombardieri, imbottiti di bombe H, l’ordine di attuare un estremo piano d’attacco, ossia il piano “R”, originalmente concepito per essere trasmesso nel caso in cui il presidente americano avesse subìto attacchi capaci di compromettere la sua  facoltà di trasmettere ordini personalmente. Da ciò ne scaturisce una successione di eventi a catena e una disperata corsa contro il tempo per cercare di fermare in qualche modo i bombardieri che si dirigono verso i loro obbiettivi in territorio russo. Tali obbiettivi, come deterrenza contro attacchi aerei, a loro volta sono provvisti di “ordigno fine di mondo”, questo sistema di difesa in caso di attacco innescherà, senza possibilità di disinnesco, una serie di esplosioni nucleari capaci di cancellare la vita sulla terra per circa 100 anni. Ma seppur concepita come un’arma di deterrenza , i russi non ne comunicano l’esistenza al resto del mondo, privandola della sua stessa ragione di essere.

Sarà l’ambasciatore russo a svelarne l’esistenza, dopo essere stato convocato d’urgenza nella sala operativa del Pentagono. Il problema che si pone quindi è trovare il modo di richiamare i bombardieri che, ricevuto l’ordine di attuare il piano “R”, come prima procedura si isolano dalle trasmissioni radio per evitare sabotaggi.

Equipaggio di uno dei bombardieri americani

Il Presidente americano, che in realtà non ha subito nessun attacco, si trova nella sala operativa con tutte le più alte autorità militari per cercare di risolvere la drammatica situazione. Contemporaneamente  sarà l’ufficiale inglese Mandrake, coadiutore del generale Ripper, a scoprire il vero motivo dell’ordine d’attacco trasmesso da quest’ultimo. Rimarrà incredulo quando constaterà con i suoi occhi e le sue orecchie la pazzia del generale americano.

Ripper e il coadiutore inglese Mandrake

 

 

 

Aldilà dei fatti storici questo film ha diverse chiavi di lettura. Vuole essere soprattutto una satira che beffa in modo tragicomico i vari personaggi, che a loro volta rappresentano le varie autorità di quell’epoca, pur rimanendo un film molto attuale nei contenuti.

L’ufficiale inglese di fatto è agli ordini del generale americano e ne rimarrà succube ed impotente finché la follia non porterà Ripper al suicidio.

Il presidente americano al telefono col primo ministro russo

Il presidente americano constaterà che non esistono logici motivi per l’attacco ordinato da Ripper, si vedrà quindi costretto a pregare il primo ministro russo di mettercela tutta nel cercare di abbattere in ogni modo i suoi bombardieri pur di evitare la catastrofe.

L’ambasciatore russo si mostrerà sconcertato e indignato dinanzi al quadro della situazione, pur avendo lui stesso l’innesco dell’ordigno ‘fine di mondo’ con la facoltà di usarlo a suo piacimento, come si vedrà nel finale.

Ed infine c’è l’emblematica ed inquietante figura del dottor Stranamore,  tedesco naturalizzato americano, le cui referenze sono da far risalire alla seconda guerra mondiale nelle file naziste. Passato che come si vedrà  farà  fatica a lasciarsi alle spalle…

 

Il dottor Stranamore

 

E’ una pellicola divertente, ma anche colma di tensione, nella quale Kubrick riesce a descrivere in dettaglio la realtà di un epoca passata; al contempo evidenzia in chiave marcatamente ironica la futilità dei motivi per i quali si innescano conflitti armati. E’ soprattutto in tale tema che si concentra la satira di Kubrick, oltre a rendere comici i vari personaggi in una situazione di massima drammaticità.

Nel finale del film, che potrete visionare nel link qui sotto, Kubrick mette in risalto l’incapacità dell’uomo di vivere in modo pacifico con il prossimo, dimostrando come l’animo umano sia maligno e privo di scrupoli; si dimostra come l’uomo in genere sia pronto a tutto pur di salvare i propri interessi, sprezzante delle gravose conseguenze che ciò può scaturire.

Tale tematica, che vuole essere marcatamente critico-pessimista  nei confronti del genere umano, può essere ben accostata al pensiero di alcuni grandi scrittori, come ad esempio Céline e Swift. Ma viene rimarcata anche dallo stesso Kubrick nella pellicola ” Arancia meccanica “, dove ancora una volta si evidenzia come la società, nel passato come nel presente, sia marcia e fondata su sistemi ed ideali quantomeno discutibili, in un circolo vizioso caratterizzato dalla politica dell’uomo-mangia-uomo.

Procurare problemi sembra proprio essere la “nostra” più grande abilità.

                                                                                       

Un generale dell’aviazione,alle sue spalle il quadro dell’attacco in atto

 

Buona visione.

 

La satira di Kubrick è una bomba…’H’
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su loscemodelvillaggio

loscemodelvillaggio

2 Commenti

  1. Mauro Stracqualursi
    Mauro Stracqualursi

    Stanley Kubrick <3 <3 <3 <3 <3

  2. Film geniale! Tra i miei preferiti in assoluto.
    Complimenti, per il gusto e per l’articolo.

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*