Home / Cultura / Cinema / La Top5 – #7 Sbronze epiche

La Top5 – #7 Sbronze epiche

sbronze“Trenta dì conta Settembre, con Ottobre, Giugno, Febbraio e un altro che non so… e tutti gli altri ne hanno ventinove, tranne mio fratello che ha sei mesi!”

I periodi festivi di qualsiasi tipo, religione o credo impongono la presenza di alcolici e superalcolici per festeggiare o per dimenticare i festeggiamenti odiati; ciò che proponiamo in questo appuntamento è una top sulle sbronze epiche del cinema, che ci accompagneranno degnamente in questo fine anno…  cin cin e auguri!

Il titolo originale di Una notte da Leoni suggerisce più di quanto non faccia quello italiano: The Hangover (il dopo sbronza)! I protagonisti, un gruppo di amici che sta festeggiando l’ addio al celibato di Doug, dopo una notte passata all’ insegna dell’ alcol si accorgono della sparizione del promesso sposo. Riusciranno a ritrovarlo prima della nozze?

Il quarto classificato, Crazy Heart, è l’ unico film della top in cui l’ ubriachezza non è fonte di ilarità ma costituisce la causa della rovina di Otis Blake, musicista blues in declino. Forse l’ amore lo riporterà sulla retta via ma la sua cattiva abitudine è dura a morire. Jeff Bridges interpreta egregiamente il ruolo di cantautore alla deriva e se non fosse per lui sicuramente il film sarebbe un dramma un po’ patetico.

Al terzo posto troviamo Animal House, un film che ha fatto storia e che può essere considerato la pietra miliare del cinema demenziale americano. John Belushi è membro della confraternita dei Delta Tau Chi, composta solo da studenti ripetenti e con voti pessimi, da cui è bandita qualsiasi regola sociale. Le indigestioni alcoliche del protagonista e le sue vicissitudini disastrose faranno da sfondo a tutta la trama del film.

Chi ha incastrato Roger Rabbit, trionfo d’animazione e azione è un film assurdo per sua natura: si svolge a Cartoonia, e vede tra i suoi protagonisti una sexy-cartoon-pin-up e un giudice pazzo che vuole sciogliere tutti i cartoon nella Salamoia. Eppure, niente batte la follia di Roger Rabbit, che Eddie Valiant  dovrà proteggere dal giudice. Nella scena al Club Inchiostro e Tempera, Roger viene a contatto con un goccio d’alcol e ne succederanno delle belle.

Al primo posto troviamo Hollywood Party, capolavoro di Edwards e con una delle migliori interpretazioni di Sellers. Dopo aver sabotato con la sua distrazione un’importante ripresa di un film, un modesto attore di origine indiana è invitato per sbaglio ad un party nella lussuosa villa di un produttore dove combina un guaio dietro l’altro… il finale delirante e catastrofico non vi deluderà!

5. Una notte da Leoni, di Todd Phillips (2009)

4. Crazy Heart, di Scot Cooper (2009)

3. Animal House, di John Landis (1978)

2. Chi ha incastrato Roger Rabbit, di Robert Zemeckis (1988)

1.Hollywood Party, di Blake Edwards (1968)

 

La Top5 – #7 Sbronze epiche
5 (100%) 4 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Eleviolet

Eleviolet

un Commento

  1. Ho apprezzato anch’io moltissimo Crazy Heart, film benfatto e interpretazione di Bridges memorabile.
    E la versione dei Cramps di Fever in Una Notte da Leoni è bellissima!!

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*