Home / Politica / Chi ammazza il morto?

Chi ammazza il morto?

Chi ammazza il morto? 18 ottobre 2011

Venerdì scorso il morto ha deciso che non era ancora l’ora di andarsene. La scena è ormai diventata famosa nel mondo intero e in Italia è quasi diventata prevedibile, il morto è resuscitato utilizzando la sua arma migliore, il denaro e il potere. Il 14 dicembre scorso “l’eroe” era stato tale Domenico Scilipoti, il mago dell’agopuntura, stavolta è toccato a Michele Pisacane, 52 anni, trasformista convinto e  fondatore del Pid (Popolari Italia Domani) col ministro Romano, il che è tutto dire. L’onorevole ha scelto il momento migliore per votare, le ore 14:19, e si sa che in quei momenti si fanno affaroni d’oro: assente alla prima chiama ricompare miracolosamente e dà alla maggioranza quel voticino in più che basta per farla tirare a campare per qualche altro mesetto. Poi altra fiducia, altro peones di turno, insomma altro giro altra corsa. Siccome ormai non c’è più pudore e non si ha neanche più la voglia di coprire la campagna acquisti, è arrivata poche ore dopo la ricompensa ai puri di cuore, sfornata di vice-ministri e di qualche sottosegretario.

Non poteva mancare l’altro classico di questo copione, la mancanza cronica dell’unità delle opposizioni. Stavolta hanno deciso di farsi “notare”, volendo potete sostituire il termine con un altro verbo che termina con “are”, i Radicali. Pannella e compagni, entrando in aula e decidendo di votare, fanno saltare tutta la strategia delle opposizioni, che mirava al mancato raggiungimento del numero minimo dei votanti in aula. L’Aventino torna in Parlamento con una ridicola corsa al voto per la seconda chiama. Non c’è mai limite al peggio.

Però qualche novità in quel venerdì c’è stata. Personalmente ero certo che il Governo del morto sarebbe riuscito a raggiungere questa fiducia parlamentare (ritengo ampiamente più affidabile Giuda che Scaiola), pero è evidente che qualcosa si è rotto in certi meccanismi del Pdl, basta ascoltare le dichiarazioni di voto dei cosiddetti “malpancisti”, tutti già da quel giorno parlavano o di elezioni o di rinnovamento interno. Lo stesso Bossi, l’unica persona che ha in mano il destino di B., ha in diverse occasioni dichiarato che a primavera potrebbero esserci le elezioni. Insomma è mancato il coraggio di uccidere il morto. Il metodo Boffo fa davvero paura, anche perché di scheletri nell’armadio ce ne sono davvero tanti. Ma perché la premiata ditta B&B ha deciso di mantenere in stato comatoso l’Italia in questo momento di crisi, rischiando di continuare a perdere consensi? I motivi di certo non mancano: prima di tutto è stato scongiurato il governo tecnico, poi, in questo modo è stata evitata una riforma della legge elettorale e ovviamente da qui a primavera c’è sempre tempo per qualche leggina ad personam che mai come in questo momento risulta utile.

Intanto in mezzo a questo frastuono in Molise si votava per le elezioni regionali. Ha vinto con il 46,94 % dei consensi Michele Iorio che capeggiava la coalizione di centro destra, inclusa l’Udc (capito D’Alema?). A parte il risultato politico è interessante notare una cosa, nella passata campagna elettorale Berlusconi andò in Molise ben 4 volte in un mese, era ancora Re Mida e faceva aumentare i consensi, ora invece il nome di Berlusconi è stato addirittura rimosso dal simbolo del Pdl perché in questo periodo fa perdere voti. E’ proprio vero lo sfruttano perché troppo buono.

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Umberto Zimarri

Umberto Zimarri
..Io, giullare da niente, ma indignato, anch'io qui canto con parola sfinita, con un ruggito che diventa belato, ma a te dedico queste parole da poco che sottendono solo un vizio antico sperando però che tu non le prenda come un gioco, tu, ipocrita uditore, mio simile... mio amico...

5 Commenti

  1. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    Mi chiedo se il morto vero sia S.B. o il parlamento di questo paese.Nel primo caso il problema non esisterebbe,ma temo che la cosa sia molto più grave.Non c’è nessuno che lo può battere politicamente.

  2. White Riot

    Situazione imbarazzante…non ricordo più quando abbiamo toccato il fondo del barile…non credo ci sia mai stata una risalita. Annaspiamo.
    Provate solo a scrivere su un foglio i nomi dei politici citati dal sempre valido Kryptonite … ma di chi stiamo parlando? Come possono questi personaggi contribuire a migliorare le nostre vite?
    Spesso rifletto su questa scena:
    http://www.youtube.com/watch?v=TxGJ6DFocyY

  3. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    Ma è mai esistita davvero la politica con la P maiuscola?Ho i miei dubbi,anche retroattivi.Dubbi e sconforto.Non mi piace essere negativo ma purtroppo mi pare che siano dubbi giustificati.

  4. Umberto Zimarri

    Altro giro, altra corsa!!!! Fate il vostro gioco…

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*