Home / Sport / Verso Londra 2012: I TUFFI

Verso Londra 2012: I TUFFI

 

Un po’ di storia:  Le prime testimonianze di quest’attività vengono fatte risalire agli affreschi ritrovati nelle tombe di Tarquinia e di Paestum del VI secolo a.C. raffiguranti un uomo che si getta in mare da una roccia. Uno dei motivi che spinse l’uomo a gettarsi, a tuffarsi era scappare da un pericolo. Questo sport fu incluso nei Giochi Olimpici da Saint Louis 1904.

REGOLE E COMPETIZIONI

I tuffi sono uno sport consistente nel saltare in acqua lanciandosi da una piattaforma o da un trampolino, eseguendo capovolte, acrobazie ,volteggi prima di arrivare in acqua. Esistono gare di trampolino a due altezze differenti (metri 1 non Olimpico, metri 3 Olimpico) e una gara  di piattaforma di 10 m Olimpica. I tuffatori vengono giudicati in base al completamento di tutti gli aspetti del tuffo, la conformità dei movimenti e la quantità di spruzzi sollevati una volta entrati in acqua. Il punteggio ottenuto viene moltiplicato per un coefficiente di difficoltà (che deriva dal numero dei movimenti previsti nel tuffo).

LE SPECIALITA’. Trampolino metri 3 , piattaforma metri 10; da Sydney 2000 fa parte del programma Olimpico anche il sincronizzato e prevede : trampolino 3 metri e piattaforma 10 metri.

VARIETA’ DI TUFFI: Vi sono 6 principali gruppi di tuffi che vengono eseguiti di norma dagli atleti. Essi sono: gruppo 1= avanti, nel quale il tuffatore salta guardando avanti e ruota in avanti; gruppo 2= indietro, nel quale il tuffatore salta guardando la pedana e ruota indietro; gruppo 3= rovesciato, nel quale il tuffatore salta guardando la piscina ma ruota indietro; gruppo 4= ritornato, nel quale il tuffatore salta rivolto verso la pedana e ruota in avanti; gruppo 5= avvitamento, comprendente qualunque tuffo nel quale l’atleta esegua un avvitamento; gruppo 6= verticale, solo nella gare da piattaforma, comprende qualunque tuffo nel quale si  parta dalla posizione verticale.

Oltre a ciò, vi sono anche quattro differenti posizioni di rotazione che possono essere assunte: posizione A:=teso, con gambe e braccia completamente distese (la più difficile); posizione B= carpiato, con gambe tese come sopra ma braccia piegate (di media difficoltà); posizione C= raggruppato, con sia gambe che braccia piegate, in modo da formare una piccola palla (più facile e che permette la maggiore velocità di rotazione); posizione D= libero, che comprende qualunque combinazione delle tre precedenti ma deve contenere un avvitamento.

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Virgola

Virgola

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*