Home / Cucina / Risotto ai Funghi Porcini

Risotto ai Funghi Porcini

Quale periodo migliore per scrivere una ricetta con protagonista il fungo porcino? Questo, l’autunno.

 

Ingrediente molto versatile in cucina: può essere utilizzato per primi piatti, come accompagnamento per carni brasate o alla brace, addirittura sulla pizza, o conservato secco o sott’olio. Si distingue per il suo profumo intenso e per le carni morbide e che non anneriscono dopo il taglio.

La morte naturale del porcino, a mio parere, è in un risotto. Piatto tipico autunnale, dal gusto deciso e saporito e dalla bassa difficoltà nella preparazione.

 

Ingredienti per 4 persone:

400gr Funghi Porcini – 320gr Riso Carnaroli – 1,5lt Brodo Vegetale – Olio ExtraVergine – Aglio – Peperoncino – Timo – Sale – PepeNero – 40gr Burro – 1 Cipolla piccola – 1/2 bicchiere Vino Bianco – Parmigiano – Prezzemolo

Preparazione

Mondate i funghi porcini togliendo la terra dalla base del gambo con l’aiuto di un coltellino, staccando la testa dal gambo e strofinandoli delicatamente con un panno pulito e umido (è sconsigliato lavarli sotto l’acqua corrente).

Affettateli poi a listarelle non troppo sottili.

Scaldate in padella dell’olio extra vergine d’oliva con uno spicchio d’aglio e un pò di peperoncino. Fate rosolare brevemente e poi unite i funghi tagliati. Saltate a fuoco vivace e poi bagnate con un mestolo di brodo vegetale per portare a cottura (10-12 minuti). Regolate di sale, aggiungete del prezzemolo tritato e qualche grattata di pepe nero.

In una casseruola abbastanza ampia mettete a fondere metà del burro, aggiungete la cipolla tritata finemente e fatela appasire. Poi unite il riso, tostatelo per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco. Portate il riso a cottura bagnandolo con il brodo vegetale bollente e mescolando di tanto in tanto. Qualche minuto prima che il riso sia cotto unite i funghi precedentemente preparati ( lasciatene qualche pezzo migliore da parte per la guarnitura del piatto).

Quando il riso è cotto e della giusta consistenza, spegnete il fuoco, unite il restante burro e una manciata di parmigiano grattugiato. Mantecate con vigore e lasciate riposare 1 minuto.

Impiattate e a vostro piacimento spolverate con altro prezzemolo tritato.

Buon Appetito!

 

Risotto ai Funghi Porcini
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Panz

Panz

7 Commenti

  1. Molti ritengono che in questo periodo di crisi economica sia una vergogna e uno schiaffo alla miseria l’uso disinvolto di alcuni ingredienti in cucina, funghi porcini, riso carnaroli, parmigiano, olio extra vergine di oliva… troppo cari.
    Bisogna dare l’esempio, mostrando rigore e austerità.
    Gli italiani non arrivano a metà mese, si prospetta una nuova stangata per le bollette di luce e gas, nei prossimi mesi chiuderanno diverse aziende, si abbasseranno ulteriormente i livelli produttivi e occupazionali, a breve si cominceranno a sentire gli effetti della spending review, e persino il Cardinal Bagnasco ha affermato con forza che “è l’ora di una lotta penetrante e inesorabile alla corruzione”, e inoltre “Dispiace molto che anche dalle Regioni stia emergendo un reticolo di corruttele e di scandali, inducendo a pensare che il sospirato decentramento dello Stato in non pochi casi coincide con una zavorra inaccettabile. che l’immoralità e il malaffare siano al centro come in periferia non è una consolazione, ma un motivo di rafforzata indignazione, che la classe politica continua a sottovalutare. ed è motivo di disagio e di rabbia per gli onesti”.
    Ma allora è tutta colpa dalla riforma del titolo V della Costituzione?!
    p.s. quale vino abbineresti a questo piatto? io dello Champagne 😉

  2. Mauro Stracqualursi
    Mauro Stracqualursi

    Ottimo il risotto, ma le fettuccine all’uovo sono il top. :))

  3. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    400gr di porcini…a quanto ammonta l’iva per il singolo fugno?
    Io come accompagnamento preferirei un rosso poco corposo,leggermente persistente,dal bouquet che ricordi il sottobosco.

  4. una sola raccomandazione vorrei fare ai ricercatori,siano essi appassionati o occasionali….mi raccomando pagate la tassa x il tesserino e non dimenticate di metterli nel “panaro” e non nella busta…..ke in italia su ste cose non si scherza…se ammazzi qulacuno magari in galera non ci vai,ma se metti i funghi in una busta….bhè il rischio è alto!! buon raccolto!!!

  5. Baden Powell

    Basta co sti PORCIni….meglio un’elegante insalata di “VELOCC” e na bella padellata di “CIUPPETTE”!!

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*