Home / Cultura / Cinema / La Top5 – #2 (Lovely) American 50’s

La Top5 – #2 (Lovely) American 50’s

Nel nostro secondo appuntamento vedremo cinque film riguardanti l’America conservatrice degli anni ’50: crisi e drammi dietro famiglie sorridenti, brillantina e pin up prosperose.

Partiamo dall’ innocenza e dalle vicissitudini amorose di due famiglie, gli Abbot e gli Hott, con un Joaquin Phoenix e una Liv Tyler che da soli valgono la sola visione del film, compresa una ricostruzione degli anni ’50 impeccabile.

Al quarto posto il vincitore del Festival di Cannes The Tree of life, che descrive i drammi di una famiglia dilaniata da una padre più che autoritario, perfettamente inseriti all’ interno di un contesto universale (la vita e la morte, l’ origine e la destinazione).

Non si poteva non includere nella top il ribelle senza causa per eccellenza! Un film che è diventato un cult e che ha fatto di James Dean un divo e una figura emblematica della gioventù anni ’50.

La storia di Todd Haynes Lontano dal Paradiso si merita senza ombra di dubbio la seconda posizione per due ragioni: un cast d’ eccezione (Julianne Moore, Dennis Quaid, Dennis Haysbert), e una trama che si dipana con estrema naturalezza senza mai scadere nell’ ovvietà, affrontando tematiche come l’ omosessualità e l’ integrazione razziale.

Il primo posto va a Revolutionary Road e alla coppia cinematografica che ha affrontato il naufragio più famoso della storia, Leonardo Di Caprio e Kate Winslet; il tempo è stato loro alleato e non li ha di certo fatti rimanere ancorati al Titanic. Un film che è un capolavoro nel suo genere grazie alla descrizione tagliente di una vita vuota e del fallimento di una coppia consapevole della propria mediocrità, nonostante una bella casa, un giardino curato, figli biondissimi ed educati.

 

“Lo sai cosa c’è di bello nella verità? Tutti sanno qual è, per quanto a lungo ne abbiano vissuto senza… Nessuno dimentica la verità Frank… si diventa solo più bravi a mentire.”


5. Innocenza Infranta, di Pat O’Connor (1997)

4. The tree of life, di Terrence Malick (2011)

3. Gioventù bruciata, di Nicholas Ray (1955)

2. Lontano dal paradiso, di Todd Haynes (2002)

1. Revolutionary road, di Sam Mendes (2009)

La Top5 – #2 (Lovely) American 50’s
5 (100%) 4 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Eleviolet

Eleviolet

7 Commenti

  1. A proposito di The Tree of Life: una fotografia meravigliosa, che è a mio avviso il valore aggiunto del film al di là dei contenuti.
    Revolutionary Road l’ho apprezzato tantissimo anch’io. Due attori di quel calibro sono quasi una garanzia… La Winslet , se ti può interessare e se non ti è già capitato di vederlo, ha interpretato magistralmente una donna-moglie -madre frustrata, ma stavolta nella modernità, in Carnage di Polanski. La tematica dei due film è nettamente diversa, ma è interessante l’evoluzione della Winslet come emblema di una comune donna nevrotica negli anni 50 e oggi.

  2. Mauro Stracqualursi
    Mauro Stracqualursi

    Kate Winslet è una garanzia come attrice, superbe le sue interpretazioni in “The Reader”, che le è valso il premio Oscar come miglior attrice, e in “Eternal Sunshine of the Spotless Mind”. 🙂

  3. Sono daccordo su tutto! Meraviglioso Eternal Sunshine of the Spotless Mind( titolo intraducibile, non so se conosci la versione italiana ma è vergognosa.. )

  4. Eleviolet

    La Winslet la adoro 🙂 Carnage l’ ho visto e mi è piaciuto tantissimo, per quanto riguarda Eternal Sunshine of the Spotless Mind devo provvedere assolutamente… mi avete incuriosito!

  5. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    A proposito di “Carnage”,secondo me l’attore che merita più di tutti è senza dubbio Christoph Waltz. Senza di lui il film perderebbe il 69,9% di bellezza ed interesse.Da encomio anche l’interpretazione in “Bastarsi senza gloria”.
    Un numero 1.

  6. E’ vero, il Waltz è un grande attore. Il colonnello Hans con quella fantastica pipa è un personaggio strabiliante! Che strano, abbiamo di sovente gli stessi gusti, caro scemodelvillaggio…

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*