Home / Cultura / Cinema / Film della settimana / “The Help”, il film della settimana.

“The Help”, il film della settimana.

“Il vento della libertà inizia a soffiare”

Dopo l’abbuffata dei Golden Globe, ci apprestiamo a vivere un ennesimo weekend all’insegna del grande cinema. Il film della settimana su L’indifferenziato, è “The Help”.

Le altre uscite del weekend. Dagli Stati Unti arrivano il fanta-thriller “L’ora nera” di Chris Gorak e il fantascientifico “Underworld – il risveglio” di Måns Mårlind, Björn Stein. Direttamente dall Francia il film vincitore del premio del pubblico al festival di Toronto 2011, “E ora dove andiamo?” di Nadine Labaki. Le uscite italiane, la commedia “Benvenuti al Nord” di Luca Miniero e i drammatici “Sette opere di misericordia” di Massimiliano e Gianluca De Serio e “Sleeping Around” di Marco Carniti.

“The Help” scritto e diretto da Tate Taylor (autore già di “Pretty Ugly People” nel 2008) è un adattamento cinematografico del romanzo “L’aiuto” di Kathryn Stockett. Nel cast figurano Emma Stone, Bryce Dallas, Viola Davis, Octavia Spencer, Mike Vogel e Sissy Spacek. Negli Usa il film ha ottenuto molti consensi, conquistando diversi premi, ben tre ai Critics’ Choice Movie Awards: miglior attrice Viola Davis, miglior attrice non protagonista Octavia Spencer e miglior cast, e 5 nominations ai Golden Globe 2012, dove la Spencer ha ottenuto il premio sempre come miglior attrice non protagonista.

La sinossi del film. La storia di tre donne straordinarie del profondo Sud nel 1962. La ventiduenne Skeeter (Emma Stone) è appena tornata a casa dopo la laurea da Ole Miss. Lei può avere una laurea, ma sua madre non sarà felice fino a quando Skeeter non avrà un anello al dito. Skeeter che normalmente trova conforto con la sua amata cameriera, Costantine (Cicely Tyson), la donna che l’ha allevata, ma lei è sparita, e nessuno dice a Skeeter dove è andata. Aibileen (Viola Davis) è una domestica di colore, una saggia donna regale che sta allevando il suo diciassettesimo bambino bianco. Qualcosa è cambiato dentro di lei dopo la perdita del proprio figlio. È devota alla bambina di cui si prende cura, anche se lei sa che entrambi i cuori potrebbero essere spezzati. Minny (Octavia Spencer), la miglior amica Aibileen, è bassa, grassa, e forse la donna più sfacciata del Mississippi. Lei può cucinare come nessun altro, ma non riesce a tenere a freno la sua lingua, così ha perso un altro posto di lavoro. Minny trova finalmente una posizione di lavoro per qualcuno troppo nuovo in città per conoscere la sua reputazione . Ma il suo nuovo capo ha segreti per conto suo.

 Un caso letterario portato magistralmente sul grande schermo da Taylor. Una film assolutamente provocatorio, che esplora i temi del razzismo e del perbenismo di facciata delle famiglie del sud. ‘Il cambiamento è iniziato da un sussurro…’ afferma la Stone.

Non ci resta che vederlo. Buona visione. Per il momento ecco il trailer:

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Mauro Stracqualursi

Mauro Stracqualursi
"Bisogna sempre essere ebbri. Tutto è in questo:è l'unica questione. Per non sentire l'orribile peso del tempo.. che vi rompe le spalle e vi curva verso la terra... Dovete inebriarvi senza tregua.[...] Ma di che? Di vino,di poesia o di virtù,a Vostro talento. Ma inebriatevi. E se talvolta sui gradini di un palazzo, sull'erba verde d'una proda, nella solitudine tetra della Vostra camera, Vi destate, diminuita già o svanita l'ebbrezza, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che sfugge, a tutto ciò che parla, domandate che ora è: ed il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, Vi risponderanno: E' l'ora di inebriarsi! Per non essere schiavi martoriati del Tempo, inebriatevi,inebriatevi senza posa! Di vino,di poesia o di virtù... a Vostro talento.." "Inebriatevi" - C. Baudelaire.

un Commento

  1. White Riot

    Visto ieri sera, lo consiglio.

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*