Home / Sport / Verso Londra 2012: il tennis tavolo

Verso Londra 2012: il tennis tavolo

Manca poco più di un mese all’inizio dei Giochi della XXX Olimpiade. L’indifferenziato si avvicina al grande evento facendo conoscere un pò più da vicino, ai suoi lettori, i 26 sport che saranno i veri protagonisti di Londra 2012.

Iniziamo con il tennis tavolo.

Un po’ di storia.. Il tennis tavolo trae origine, dal termine francese tenez, dall’antico gioco conosciuto come pallacorda, divenuto popolarissimo dal 1880 in Francia, Inghilterra e Stati Uniti come Lawn Tennis (tennis da prato). Inizialmente quest’attività era considerata un passatempo, un gioco di svago e veniva praticato soprattutto nei periodi invernali. Il nuovo gioco così concepito ebbe uno straordinario successo diventando in breve tempo popolarissimo in tutto il mondo con nomi diversi ed originali, nei primi del novecento potevate giocare a: Ping Pong o Gossima, Table Tennis, Whiff Waff, Parlour Tennis, Indoor Tennis, Pom-Pom, Pim-Pam, Netto, Royal Game, Tennis de Salon e molti altri. Tra tutti questi giochi prevalse il PING PONG termine onomatopeico derivato dal suono emesso dal rimbalzo delle palline.

Regole e competizioni
IL CAMPO. Il tennis tavolo si gioca su un campo che misura 274cm di lunghezza e 152,5 cm di larghezza e 76cm di altezza( sia per il singolo che per il doppio),deve essere diviso longitudinalmente in modo eguale da una linea bianca di 3 mm. La superficie di gioco deve essere divisa a metà da una rete di nylon (alta 15,25 cm e lunga 184 cm) verticale parallela alle linee di fondo. La superficie può essere di qualsiasi materiale e deve produrre un rimbalzo di 23 cm lasciando cadere la pallina dall’altezza di 30 cm.

LE RACCHETTE. Possono essere di qualsiasi dimensione, forma e peso .
PALLINE. E’ vuota e sferica, deve pesare obbligatoriamente 2.7 grammi, possono essere di vario colore gialle, arancioni o bianche.
REGOLE DI GIOCO. Chi inizia a battere effettua due servizi consecutivi poi toccherà all’avversario, la sequenza di due battute si alterna sino alla fine della partita. All’inizio del servizio, la pallina dev’essere liberamente posta sul palmo aperto della mano libera. Il servizio consiste nel colpire la pallina con la racchetta per farla rimbalzare una volta nel proprio campo e, superando la rete, farla ricadere nel campo avversario. Se durante il servizio la palla tocca la rete prima che tocchi il campo avversario, si commette un fallo, senza penalità, e il servizio deve essere ripetuto. Vengono considerati falli le seguenti mosse: se la pallina rimbalza più volte nel proprio campo, se viene toccata la rete con la racchetta o con la mano libera, se la pallina viene colpita al volo, se si sposta il tavolo e se si parla durante il gioco. Un incontro si disputa in nove partite e vince chi si aggiudica per primo cinque partite. Un giocatore vince una partita quando raggiunge undici punti mentre l’avversario ne ha realizzati meno di dieci. Se nella partita i giocatori raggiungono entrambi dieci punti vince chi riesce per primo a conquistare due punti sull’avversario. Nel tennis tavolo esiste anche la specialità del doppio in cui le regole sono le stesse come per il singolo fatta eccezione per alcuni punti: è obbligatorio battere il servizio dalla parte destra del proprio campo inviando la pallina nella parte destra del campo avversario; i giocatori di una coppia devono alternarsi in uno scambio ribattendo la pallina una volta per uno.
TECNICHE DI GIOCO. Esistono due tipi di impugnare la racchette, quindi esistono due diversi stili: lo stile occidentale che consiste nel prendere la racchetta con tre dita e permette di colpire la pallina sia dritto che rovescio; lo stile orientale invece prevede che il manico della racchetta viene preso come una penna. Inoltre lo stile orientale si differenzia ulteriormente in quello cinese che costringe ad un maggior movimento per colpire sempre col dritto, ma consente più forza nel colpo e servizi più efficaci, grazie alla maggior mobilità del polso, e quello giapponese che a differenza di quello cinese le dita sono distese e quindi limitano la mobilità del polso.
COMPETIZIONI. Singolo maschile, doppio maschile , a squadre maschile; singolo femminile, doppio femminile , a squadre femminile.
PRONOSTICI. Dall’Olimpiade del 1988 si sono svolte gare di tennis tavolo e gli atleti cinesi hanno finora dominato questa disciplina vincendo un totale di 41 medaglie su 76. Chissà chi avrà la meglio quest’anno??? Chissà se l’atleta italiano Mihai Bobocica riuscirà a lottare per una medaglia?!

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Virgola

Virgola

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*