Home / Cultura / Musica / I 10 album più belli del 2011, by White Riot

I 10 album più belli del 2011, by White Riot

Ogni selezione impone, per definizione, delle esclusioni e, quindi, non può non definirsi parziale.
Diciamo che tra i dischi usciti nell’ultimo anno, ho ascoltato e “sentito” di più i seguenti:

Wilco – The whole love


Veronica Falls – Veronica Falls


Paolo Benvegnù – Hermann


Drums – Portamento


Cymbals eat guitars – Lanses alien

Radiohead – The king of limbs


Josh T. Pearson – Last of the Country Gentlemen

P.J. Harvey – Let’s England Shake

Joan as a Policewoman – The deep field

Anna Calvi – Anna Calvi

 

L’ordine è casuale. Mi dispiace di avere escluso molte ottime uscite. Domani mi pentirò.
Per concludere due ultime considerazioni.
Concerto più bello: Primal Scream luglio Auditorium Roma insieme all’amico Billy e, sempre con lo stesso compagno di Ventura (attuale allenatore del Torino) Go Bananas a Frosinone…
Un saluto a chi non c’è più: Cesaria Evora, Gil Scott Heron, Clarence Clemons.
Auguri a chi rimane (tranne ai dittatori).

“And it’s a hard, and it’s a hard, it’s a hard, it’s a hard, and it’s a hard rain’s a-gonna fall”

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su White Riot

White Riot

2 Commenti

  1. Mauro Stracqualursi

    Mancano i Black Keys. 🙁

  2. White Riot

    Ne mancano parecchi…non ho ancora comprato “El Camino” e, non parlando di cose che non conosco, non ho potuto e/o voluto inserirlo.
    Tra le dimenticanze, sicuramente Blood Pressure dei Kills e, tra le notizie brutte, la separazione sentimentale tra Kim Gordon e Thurston Moore, una mazzata per tutta la gioventù sonica…

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*