Home / Satira / Salsiccia, un cane in prima linea (sottotitolo: happiness is a warm gun)

Salsiccia, un cane in prima linea (sottotitolo: happiness is a warm gun)

Questa mattina, mentre mi accingevo incurante del consiglio del mio medico curante, a consumare la colazione in piedi davanti al monitor del mio 3 o 4 pollici (non lo so, non li ho mai contati!), ho avuto modo di seguire un interessantissimo servizio del TG5 su Salsiccia. Chi è Salsiccia? Come? Non lo conoscete?!?!?
Salsiccia è quello splendido esemplare di mammifero onnivoro ascritto al genere canis, appartenente alla famiglia dei canidi. In quattro lettere: è una cane. Con una particolarità. Loukanikos, questo il suo nome ellenico, è stato fotografato in prima linea nelle zone roventi della guerriglia che in questi ultimi mesi tiene banco in Grecia.
Il servizio giornalistico, probabilmente realizzato da un familiare di Salsiccia, ne tesseva le lodi. Veniva posto in risalto il coraggio, la temerarietà, la tenacia di questo discendente di Argo che, udite udite, ha un suo blog personale e persino un profilo Twitter seguito da più di mille follower, sul quale scrive “in prima persona” e pubblica le foto che lo ritraggono ardito nella pugna.
Il cane anarchico dal pelo marroncino e dallo sguardo vispo e irriverente è divenuto ormai una vera e propria celebrità! Qualche giorno fa, tradunt sia stato filmato mentre si divincolava dalla carica di simpatia della polizia ellenica. Tale episodio ha scatenato l’ira dei suoi tanti fan.
Nel servizio non una parola sulla crisi greca. Immagino se ne fosse parlato precedentemente. Spinto dalla curiosità, indago. Nulla. Evidentemente le imprese di Salsiccia, a parere della testata giornalistica di Canile 5, bastavano a fare il quadro della situazione su quanto sta accadendo nel paese mediterraneo. Nazione posta a pochi km di distanza dalla nostra, per storia, stili di vita, cultura, tradizioni e, purtroppo, situazione economica, molto simile all’Italia. Una faccia, una razza si diceva in un film di qualche anno fa.
All’inizio del 2011 le agenzie di rating Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch tagliano il rating della Grecia portandolo, in un primo tempo, a Caa1 (insolvente), poi a CCC (debito altamente speculativo) a CCC (vulnerabile), cosa che costringe il governo ad effettuare tagli per 6,5 miliardi di euro e nuove privatizzazioni al fine di ottenere nuovi prestiti da parte dell’Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale (Fonte Wikipedia…fino a quando potrò ne usufruirò…grazie anche per questo…Superman!). La crisi ha inciso sulla situazione occupazionale del paese in maniera drammatica: il tasso di disoccupazione ellenico supera il 16%. Il nuovo piano di austerità varato dall’attuale governo imporrà al paese tagli per ben 28 miliardi di euro entro il  2015. Ciò nonostante, a luglio Moody’s taglia il rating greco di altri tre livelli portandolo a Ca, anticamera, secondo gli economisti di tutto il mondo, dell’imminente default della nazione.
Si però vi sto annoiando … e sto uscendo fuori tema … dicevamo … il cane Salsiccia: simpaticissimo, con la coda sempre scodinzolante si aggira tra le bombe molotov e i lacrimogeni della polizia con piglio fiero ed orgoglioso. Non teme i manganelli, i bastoni e le armi né, tantomeno, le armi di distrazione di massa, quelle che, a pensarci bene, feriscono di più.
In Italia non abbiamo un cane simile. Qui da noi esiste solo il Cane di Mustafà. Come? Non conoscete neanche il cane di Mustafà? È quello che ….

La strategia della distrazione. L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e di informazioni insignificanti.
La strategia della distrazione è anche indispensabile per evitare l’interesse del pubblico verso le conoscenze essenziali nel campo della scienza, dell’economia, della psicologia, della neurobiologia e della cibernetica. “Sviare l’attenzione del pubblico dai veri problemi sociali, tenerla imprigionata da temi senza vera importanza. Tenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza dargli tempo per pensare, sempre di ritorno verso la fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille” ).
Noam Chomsky – Tratto da www.vocidallastrada.com

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su White Riot

White Riot

7 Commenti

  1. Fra

    Ottimo pezzo, ottima la citazione di Chomsky, un grande.

  2. Il Satanico

    Bellissimo pezzo. Non mi stanco mai di farti i complimenti e di leggere i tuoi articoli. Il fatto e’ che mr B. sta portando a termine l’ attuazione del piano della piu’ famosa p2. Se avrete la curiosita’ di leggere quanto riportato dai giornali, alla cattura di Licio Gelli, vi accorgerete che quest’ultimo e’ stato un veggente. Ha dato un pronostico 30 anni fa di cio’ che sarebbe accaduto. Un po’ come ha fatto Marx, figura da rivalutare, insieme alle sue teorie…”Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato.” (cit. George Orwell)…Per quanto riguarda la situazione economica, potrei fare molti esempi di nazioni che hanno ribaltato situazioni uguali alla nostra, ma ritengo che non sia cosi’ interessante quanto far notare il fatto che noi potremmo uscire dalla “crisi”(la gente muore di fame, a quanto pare, pero’ quando va dal tabacchi compra due pacchetti da 20 e un miliardario da 10) con semplici passi.
    – Reinvestimento del fondo pensionistico italiano, in azioni dalla elevata qualita’ di liquidita’: vuol dire che dovremmo investire in obbligazioni statali con rating molto alto, esempio Giappone, Germania, Cina.
    – Riformare il sistema import- export. Siamo il pase detentore del brand piu’ famoso e riconosciuto al mondo. “MADE IN ITALY”, senza avere delle agevolazioni per le esportazioni.
    – Basta con il “protezionismo alla francese”. La FIAT e’ italiana e questo si sa’, perche’ non affittare gli stabilimenti FIAT a Peugeot, BMW, Citroen, Audi.
    – Riformare il sistema del lavoro, per pressione fiscale e soprattutto per catalogare e classificare meglio, le manzioni del “freelance” e semplificare le assunzioni con contatto a progetto (CO.CO.CO.), che deve essere un fac- simile di un contratto vero e proprio, e non un modo per pagare di meno un dipendente.
    – Abbassare immediatamente, l’IVA, controllare piu’ attentamente il mercato, perche’ se prima na patata costava 1000lire e cioe’ 0,50 cent piu’ o meno, con l’evoluzione della produzione e lo sfruttamento delle economie di scala internazionali, le patate dovrebbero regalarcele e non farcele pagare 1 euro l’una.
    – Smantellare la nostra struttura politica e configurarne una, piu’ obiettiva e seria, affinche’ si abbia efficacia e tempestivita’ nell’azione. Non puo’ esserci un ministro per l’ attuazione del programma elettorale e avere per tre mesi la poltrona vagante nel ministero dello sviluppo economico, in piena crisi.
    -…se me ne verranno altre in mente ve le suggerisco…Tremonti, se ti capita di leggere, sei un grande economista, ma se qua non si trova il modo di far pagare le tasse a tutti, avremo non poche difficolta’…a proposito ma il condono fiscale sui depositi all’estero e sull’iniezione di liquidita’ che l’Italia ha ricevuto ne vogliamo parlare??…Abbiamo aumentato la carta stampata detenuta nel nostro Paese, senza che ci fossere risvolti positivi…dovevamo uscire dalla crisi con sta mossa…senza progetti e con uno Stato senza capo, anche il mafioso che ha i soldi in Svizzera capisce che e’ meglio tenerli li’…

  3. loscemodelvillaggio
    loscemodelvillaggio

    Dicevo cose simili in un altro post,parlando di come qualche giorno fa la morte del fondatore di Aplle abbia monopolizzato tutti i telegiornali nazionali,con le conseguenti manifestazioni e pellegrinaggi per deporre un fiore in ricordo del genio.La strategia della distrazione è anche questa.
    Vi faccio notare come in diversi tg lo spazio alle previsioni meteo sono sempre più larghi e ripetitivi.All’inizio e alle fine dei palinsesti giornalistici,in cui ci avvisano che arrivati ormai a metà ottobre l’estate sia finita…me cojoni!
    Per gli amanti del meteo questo servizio viene trasmesso in due puntate per tg.Nella prima accennano al movimento delle masse nuvolose,per saperne di più sulle temperature bisogna invece aspettare la seconda parte.L’introduzione del meteo all’interno del tg è una tattica molto furba che mira palesemente a distrarre l’utente dalle porcate politiche.Per non parlare delle notizie di gossip con cui si chiude la trasmissione.
    I veri cani sono questi.Fedeli ai loro politici proprio come fido.

  4. Panz

    …e bravo Salsiccia. un plauso a white riot!

  5. Speriamo che non fa la “..fine degliu can de spavent…”

  6. prova a mandarci il tuo di cane….fonti certe rendono noto di averlo visto a Roma mentre……appicciav gliu furgon d gli carabbbinierrrrrrr!!!!!!

  7. Alice in Wonderland

    Buon sangue non mente verrebbe da esclamare, perché la reputazione dei cani made in Grecia è proverbiale, grazie ad un grande del passato che ne ha tessuto le lodi. Omero che cita nell’Odissea il cane Argo…

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*