Home / Le interviste de L'indifferenziato / L’Intervista de L’Indifferenziato a Cisco Bellotti

L’Intervista de L’Indifferenziato a Cisco Bellotti

Dopo un periodo di assenza torna sul portale la rubrica: “L’Intervista de L’Indifferenziato”. È un ritorno davvero speciale, infatti l’ospite in questo nuovo numero è il cantante Cisco Bellotti, che ringrazio per l’immensa cordialità che ci ha mostrato. Trovare la disponibilità di artisti di questo calibro non può che riempire d’orgoglio la nostra associazione.
Cisco, per i non addetti ai lavori, è l’ex voce del gruppo dei Modena City Ramblers. Da quella splendida avventura, che ha caratterizzato il panorama musicale degli anni 90 e i primi anni del nuovo secolo, sono nati splendidi album  che sono stati la colonna sonora della generazione cresciuta a cavallo dei due millenni.

Come è possibile leggere dalla biografia presente sul suo sito: “I numeri parlano chiaro, 1200 date in 15 anni di storia, condite da collaborazioni incredibili con amici-artisti del calibro di Paolo Rossi, Francesco Guccini, Billy Bragg, Moni Ovadia, Bob Geldof, passando attraverso incontri memorabili con i giganti della scrittura, Luis Sepulveda, Daniel Chavarria, Paco Taibo II, Carlo Lucarelli. Nel 2006 esce “La Grande Notte” il primo album da solista per Cisco. Seguiranno il Mulo (2008) e Fuori i Secondi (2012).

ciscoPerché realizzare un’intervista a Cisco? Semplice, con le sue canzoni Cisco tratta di cultura, legalità, sociale, Resistenza. Tramite l’arte musicale è riuscito a far riflettere su  alcune problematiche più di moltissime istituzioni. È riuscito tramite “la canzone” a narrare storie di eroi troppo spesso dimenticati. Ci ha fatto sognare ed immaginare la terra d’Irlanda, ma più in generale, ci ha fatto assaporare anche solo con una semplice atmosfera, la bellezza del viaggio  come momento di crescita e di riflessione. È evidente, quindi, un legame tra l’azione promossa da L’Indifferenziato e la sua musica. Appunti Partigiani, è per certi aspetti la colonna sonora di “Viva L’Italia che Resiste”. I Cento Passi, risuona nelle Piazze di tutta Italia, ed è l’inno di chi si ribella alle mafie e al malaffare.

Quello che dico ai giovani è di non temere il futuro, anche perché  è in mani loro. Loro dovranno scriverlo e viverlo”  

Cisco Bellotti

Come sempre per scaricare l’intervista basta cliccare sul file seguente (Intervista_CiscoBellotti.docx )

L’Intervista de L’Indifferenziato a Cisco Bellotti
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Umberto Zimarri

Umberto Zimarri
..Io, giullare da niente, ma indignato, anch'io qui canto con parola sfinita, con un ruggito che diventa belato, ma a te dedico queste parole da poco che sottendono solo un vizio antico sperando però che tu non le prenda come un gioco, tu, ipocrita uditore, mio simile... mio amico...

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*