Home / Cultura / Cinema / La Top 5 / La Top5 – #8 “Nostalgia, nostalgia elettorale”

La Top5 – #8 “Nostalgia, nostalgia elettorale”

La Top5

Le elezioni sono terminate da poco ma se sentite la nostalgia di dibattiti, accuse, congiure, candidati a sorpresa, questa top fa al caso vostro. Tralasciando l’ ampia scelta italiana da cui potevamo attingere (da Fantozzi subisce ancora a “Qualunquemente, passando per Bianco, rosso e Verdone), sono stati selezionati cinque film dal modello americano, a dimostrazione che tutto il mondo è paese.

Divertitevi a trovare analogie e differenze con la nostra situazione governativa e buona visione.

Partiamo con L’uomo dell’ anno, film del 2006 che narra di Tom Dobbs (Robin Williams), popolarissimo conduttore comico di un talk show politico-satirico, che a seguito di un commento di una spettatrice e di oltre 8 milioni di email, decide di candidarsi come presidente degli Stati Uniti d’America, spinto anche dal suo manager Jack Menken. Dopo una campagna elettorale che prevede spot in tv e un dibattito finale grandioso, riesce a vincere, sugli altri due candidati… ma i colpi di scena non mancheranno.
[N.B.: Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale]

Cam Brady e Marty Huggins sono i protagonisti del film Candidato a sorpresa; il volgare e ignorante deputato Brady è sicuro che otterrà l’ennesima conferma del suo mandato, nonostante una gaffe irrimediabile. I miliardari fratelli Motch però, decisi ad arricchirsi vendendo mezza Carolina del Nord ai cinesi, hanno bisogno di un burattino meno compromesso di Brady da inviare a Washington perché faccia il loro gioco e lo individuano nell’ingenuo Marty Huggins, il figlio idealista di un loro ricco amico. La battaglia tra i due candidati al seggio si tramuta in men che non si dica in una gara spietata a far sfigurare l’avversario nel peggior modo possibile. E più i colpi inferti sono bassi, più aumenta il gradimento nei sondaggi del candidato a cui è riuscito il tiro meschino.

Leoni per Agnelli, film del 2007, narra le vicende di tre protagonisti : il prof. Malley, il senatore Jasper Irving ( Tom Cruise) e la giornalista Janine Roth (Meryl Streep). La trama si svolge in un’unica giornata, narrando in modo distinto (ma correlato per lo spettatore) l’ambizioso senatore di Washington, risoluto quanto ambiguo nell’esporre il nuovo piano di guerra statunitense alla giornalista, un giovane sveglio e capace nel quale il professore di scienze politiche Malley ripone ambiziose speranze per il futuro della nazione americana e la giornalista stessa, simbolo di una categoria lavorativa ormai ridotta, in America, a veicolo propagandistico del governo.

Le Idi di Marzo è un film del 2011 diretto da George Clooney. Stephen Meyers è un giovane e brillante addetto stampa per la campagna elettorale di Mike Morris, governatore della Pennsylvania e candidato democratico alla presidenza, in competizione contro il senatore dell’Arkansas Ted Pullman. I candidati sono in campagna elettorale in Ohio, ed entrambi i loro collaboratori stanno cercando di ottenere l’approvazione del senatore democratico della Carolina del Nord Franklin Thompson, che può far ottenere a uno dei due candidati la vittoria alle primarie. Stephen avrà modo di scoprire progressivamente che Morris, che pensava fosse sufficientemente coerente con gli ideali professati, ha un lato oscuro.

Al primo posto troviamo Frost/Nixon- Il duello. Il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon si dimette dalla carica in seguito all’inchiesta sullo spionaggio condotto ai danni del partito democratico in campagna elettorale, il cosiddetto ‘Watergate’.  Dopo tre anni di silenzio Nixon accetta di farsi intervistare, dietro lauto compenso, da David Frost, giornalista britannico. Per l’uomo politico e il suo staff l’occasione è straordinaria. Frost ha fama di abile intervistatore ma è considerato più affine al mondo dell’entertainment che non a quello di cui Nixon ha fatto parte.

5.L’Uomo dell’ anno, di Barry Levinson (2006)

4.Candidato a sorpresa, di Jay Roach (2012)

3.Leoni per Agnelli, di Robert Redford (2007)

2.Le Idi di Marzo, di George Clooney (2011)

1.Frost/Nixon- Il duello, di Ron Howard (2009)

 

La Top5 – #8 “Nostalgia, nostalgia elettorale”
5 (100%) 4 votes

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Eleviolet

Eleviolet

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*