Home / Politica / Grazie Enrico

Grazie Enrico

Grazie Enrico per essere, nonostante siano passati 28 anni dalla tua morte, un esempio per le future generazioni.

Grazie Enrico per  non aver avuto,come scrisse Norberto Bobbio i  tratti negativi che contraddistinguono tanta parte della classe politica italiana. Penso alla vanità, all’esibizionismo, all’arroganza, al desiderio di primeggiare che purtroppo fanno parte del ‘mestiere’, della professione del politico.”

Grazie per essere stato così lungimirante da capire con un ventennio di anticipo dove sarebbero arrivati questi partiti e cosa sarebbe diventata la politica italiana. Grazie per averci dimostrato concretamente cos’è la moralità.

Grazie per  averci ricordato che la politica è passione. Grazie, anche, aver avuto uno  stile di vita assolutamente coerente con il tuo agire politico. Non mi è accaduto di seguire quella famosa legge per cui si è rivoluzionari a 18 anni e 20 anni e poi si diventa via via liberali, conservatori e reazionari.Io conservo i miei ideali di allora”.

Grazie per aver ricordato al Mondo intero che la democrazia non è soltanto una parola, bensi è un valore storicamente universale. “«Democrazia» deve congiungersi con efficienza e «libertà», deve divenire responsabilità e liberazione.”

Grazie per aver avuto la forza e il coraggio di distaccarti anche da Mosca, rischiando anche la vita come è successo in Bulgaria, pur di far capire a tutti che c’ era un altro modo di essere comunisti.

Grazie per esserti distinto da Craxi e dal suo partito. I fischi che ti hanno riservato alla famosa 43 esima assemblea Socialisti come Sacconi, Brunetta, Tremonti, Frattini, De Michelis sono un motivo di vanto, poichè questi stessi personaggi hanno consegnato poi l’Italia al Berlusconismo.

Grazie per aver sollevato il problema dell’austerità, magari se qualcuno ti avesse ascoltato ora il debito pubblico non sarebbe a questi livelli.

Grazie per essere stato un grande Uomo e una brava persona, prima di essere un’immenso politico. “Qualcuno era comunista perchè Berlinguer era una brava persona. Qualcuno era comunista perchè Andreotti non era una brava persona. G.Gaber”

Grazie per esserti battuto contro l’installazione dei missili in Sicilia e aver difeso il ruolo della donna nella politica e nella societa.

Grazie per aver capito, sempre con una lungimiranza incredibile alcuni rischi delle nuove tecnologie ( Dall’Intervista all’Unità del 18 dicembre 1983.

Tu come te la immagini una vita nella quale si passa ore ed ore a casa di fronte ad uno schermo gigante, nella quale si hanno a disposizione video-cassette che renderanno forse inutile la scuola così com’è? Come la immagini una vita incasellata di ragazze, studenti, impiegati che troveranno ogni forma di socialità già bell’e pronta dentro casa?

Intanto bisogna vedere quali sono i contenuti di queste trasmissioni ricevute a casa. Il contenuto può essere tale da spingere gli uomini in una situazione di maggiore solitudine, di maggior frustrazione, di maggiore ostilità nei confronti degli altri oppure può avvenire il contrario. Io dico che dipende molto da questo. Naturalmente se questi strumenti diventeranno espressione di una spinta che punta a rafforzare sentimenti egoistici questo sarà una cosa molto negativa.

Eredità di Berlinguer

Ti ringrazio anche per aver sollevato sempre nella stessa intervista del 1984 un’importante quesito sul futuro del mondo. Anche su questo punto purtroppo, oggi ne paghiamo le conseguenze. “Viviamo in un’epoca per molti aspetti suprema della storia dell’uomo sia per le possibilità che per i rischi. L’allarme non riguarda solo il rapporto tra lo Stato e l’elettronica ma riguarda anche i fiumi, i laghi, i mari, l’aria che respiriamo, l’atmosfera e la toposfera della Terra. Grava infine sull’umanità l’incubo di una crescente insufficienza delle risorse alimentari”.

Grazie di aver rivolto il tuo pensiero ai giovani: “La prima, essenziale, semplice verità che va ricordata a tutti i giovani è che se la politica non la faranno loro, essa rimarrà appanaggio degli altri, mentre sono loro, i giovani, i quali hanno l’interesse fondamentale a costruire il proprio futuro e innanzitutto a garantire che un futuro vi sia” ma sopratutto  Se i giovani si organizzano, si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi, non c’è scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull’ingiustizia.

Grazie per altri tantissimi motivi, ma soprattutto grazie per essere un esempio da sempre per tutti.

Fonti: http://salvatoreloleggio.blogspot.it/2010/02/enrico-berlinguer-intervista-sul-futuro.html

 

Grazie Enrico
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Umberto Zimarri

Umberto Zimarri
..Io, giullare da niente, ma indignato, anch'io qui canto con parola sfinita, con un ruggito che diventa belato, ma a te dedico queste parole da poco che sottendono solo un vizio antico sperando però che tu non le prenda come un gioco, tu, ipocrita uditore, mio simile... mio amico...

2 Commenti

  1. Mirco Zurlo

    “Grazie per esserti distinto da Craxi e dal suo partito. I fischi che ti hanno riservato alla famosa 43 esima assemblea Socialisti come Sacconi, Brunetta, Tremonti, Frattini, De Michelis sono un motivo di vanto, poichè questi stessi personaggi hanno consegnato poi l’Italia al Berlusconismo”.

    Berlinguer alla direzione del suo partito nel 1981: “Io ho capito molto bene che c’è qui una parte di voi che vuol trasformare il PCI in un partito socialdemocratico. Sappiate che io a questa cosa non ci sto e che io non sarò mai segretario di un tale partito. Se voi volete fare una cosa del genere, la farete senza di me e contro di me”.
    Grazie anche a te Kryptonite per questo articolo.

  2. CONDIVIDO , GRAZIE ENRICO

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*