Home / Attualità & Economia / Racconti brevi: L’esame, parte II

Racconti brevi: L’esame, parte II

Ti svegli la mattina dell’esame e vuoi che durante il tragitto da casa all’universita’ , si succedano senza senso logico e cronologico, le seguenti vicissitudini.

  1. Professore dell’ Universita’ Malocchio Mudi per salvare la sua collezione di farfalle, dall’incendio divampato inizialmente all’interno dell’appartamento…-grazie alla cicca caduta, dalla sbadata leggerezza di una ventenne, sulle tende di seta rosse. Ventenne, che e’ studentessa del prof , trovatasi per un semplice equivoco nella sua camera da letto e poi finita sotto le sue lenzuola, con tanto di specchio sul soffitto, stile “quellaporcona di Moira Orfei”-…rimane illeso insieme le sue farfalle, ma naturalmente impossibilitato, per il forte shock, nel venire a rigirarti come un calzino all’orale.
  2. Vorresti che Severus Piton docente in cattedra all’Universita’ della Porchetta, cada nell’errore – dopo aver perso meta’ delle sue energie per il secondo convegno della mattina e la spiegazione di tre ore sulla “crescita macroeconomica delle tangenti nella politica asiatica”,il professore commette lo sbaglio – di non ricordare di spegnere il computer posizionato sulla cattedra, lasciando agli studenti avvoltoi, la bozza del compito scritto della settimana successiva, lasciando a te il semplice compito di mettere le parole giuste al posto giusto. -..io parlo di quello scritto, che poi non devi fare l’orale…-
  3. Il professore Albus Silente in cattedra all’Universita’ della Ventresca, presso Via Vignarola Park, mentre fuma la sua pipa, come ogni mattina,accompagnato da caffe’ e dal gazzettino popolare “L’alluc” (L’Urlo). Si diverte a leggere le cronache dei politacanti e argui politichesi del paese di Politicandia.-…”Hai stato tu a mettere ben 3 lampioni, uno a distanza di un metro dall’altro a Collicapo?Chi ha stato se non la mia giunta?”…”Abbiamo stati noi, a asfaltare la strada a Collemirtillo,dove dai fiori spunta zampillante l’acqua della sorgente del PssssPsssPsss-arello…(Nota fonte dell’elisir di lungavita)!!”. Sul punto in cui l’Assessore ai beni comuni, o meglio conosciuto come il dott.Achicazzappareanui Solo, azzecca per la stessa legge della probabilita’ sopracitata, il primo congiuntivo della sua vita, come un bungee jumping alla rovescia.. si corregge! E giu’, con la stessa velocita’ con cui ritiriamo stizziti la mano dopo dopo essere stati punti da una scossa… ripiomba nel baratro senza speranza degli “Ciucc e presuntus”(o meglio asini e presuntoisi) con tanto di lampo e tuono e indurimento del cielo in colori nerissimi, tenebrosi, oscuri. Un misto di color sanguinaccio e salsicce di fegato…”sebbene quell’Oasi non abbia palme…(abbia?Ma che cazzo hai detto?…Le scimmie bloccano il loro frastornante battere di piatti…si fissano..L’ha detto?)cmmcm..avrebbe palme…in prossimita’ del lago inseriremo un cartello “ATTENTATI ALL”ACQUA!”..-La pipa del nostro Silente vola dalla bocca stravolta da un “NOOOO!” e prende fuoco la sua lunga barba bianca…Tempo di Cottura di un Sofficino e la sua faccia..una maschera di cera…

E tra un Porco DiQua’ e un Porco DiLa’, sei quasi arrivato, quando…

-Ma dico, i Maya…quando ci vogliono dare un’ anticipazione di sta fine del mondo. Un segnale che ci faccia capire:”E mo so cazzi!!”…E BAHM!Terremoto senza vittime…senza danni…quel tanto che basta per sgranchirsi un po’, quello che fai alle 7 di mattina quando ti svegli, diciamo quasi fosse una scrollata al “pacco” appena alzato, vedi se sono ancora tutte. (signore siate commiserevoli se cotante parole possano oltraggiare il vostro rispetto, ma una cotanta liberazione in un gesto e’ cosi’ tanto simile alla parvenza che voglio dare io.) Chiusura dell’Universita’ e 25 politico per eroico coraggio, nel tentare comunque la sorte…

E intanto sei arrivato al terzo piano, terzo caffe’e quarta sigaretta. Cerchi di trovare il lato positivo -..dai e’ solo la seconda volta…c’e’ gente che l’ha fatto sei volte…rimani sempre un mago.. DAI!AH GRANDE!CE LA PUOI FA’!…allora t’accendi na sigaretta come se stessi ad aprire la bottiglia “FREIXENET” sul palco di Laguna Seca il 20 Luglio 2008-.Raga’…il resto, purtroppo…purtroppo il resto so pagine nere.

La mia interrogazione e’ durata tanto quanto un rapporto dopo 20 giorni di astinenza, due baci, due coccole, il tempo di rinfilzare exalibur nella sua pietra, che sei gia’ diventato un palloncino bucato. MISSION FAILED. Il resto e’ noia.

 

 

 

Vota questo Articolo!

Commenti

commenti

Pubblicità

Notizie su Il Satanico

Il Satanico

un Commento

  1. pura storia! un flusso costante di emozioni, situazioni e pensieri sfuggenti! peccato per la barba di silente soltanto, ma in fin dei conti si stava degustando una sonora pipata aromatizzata all’erba pipa degna degli hobbit della contea (che probabilmente stavano montando altri lampioni nel frattempo).
    geniale, davvero!

Rispondi

Il tuo indirizzo eMail non sarà Pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati. *

*